Audizione alla Camera di Arcelor Mittal, Ferri: nessuna risposta su Sanac dall’ad Jehl

0
285
cosimo maria ferri

E’ intervenuto ieri pomeriggio in sede di Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati dove si è svolta l’audizione dei vertici di Arcelor Mittal, l’on. Cosimo Maria Ferri di Italia Viva.
“Nel corso della seduta ho rivolto domande precise all’amministratore delegato di Arcelor Mittal Mattieu Jehl (che verrà a breve sostituito da Lucia Morselli n.d.r.) sulle intenzioni dell’azienda nei confronti di Sanac”, spiega Ferri in una nota stampa. “In particolare – prosegue il deputato – ho fatto presente la necessità di includere l’azienda all’interno di un progetto industriale che la rilanci e ne valorizzi le potenzialità. Purtroppo, le mie domande sono rimaste senza risposta.
L’ad Jehl ha perso tempo affermando di non essere in grado di fornire informazioni precise su Sanac. Mi auguro che questo silenzio non sia un segnale negativo, ma che l’azienda Sanac diventi una priorità per Arcelor Mittal.
Comprendo bene che siano concentrati su Ilva le cui criticità sono molteplici sia dal punto di vista occupazionale che ambientale.
L’attenzione, giusta, per l’Ilva non può però mettere in secondo piano la Sanac che ha bisogno di risposte veloci perché non solo è uno stabilimento importante dove sono impiegati tanti lavoratori, ma è una azienda in salute che produce utili e occupa con successo un importante settore di mercato.
Sanac non presenta le criticità ambientali di Ilva, merita un’attenzione adeguata al valore degli impianti produttivi.
Dimenticarsene rappresenterebbe una sconfitta per tutti.
Per queste ragioni mi rivolgo al Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli perché convochi con urgenza i vertici di Arcelor Mittal e i Commissari affinché si decida il futuro di Sanac.
Il 20 dicembre – conclude Ferri – termine finale individuato da Arcelor per l’estensione della validità dell’offerta e della relativa garanzia bancaria fornita, deve essere l’ultima proroga”.

Leggi anche:

Sanac: proproga dell’offerta d’acquisto, dell’accordo sulla cassa integrazione e tavolo istituzionale a Roma il 13 novembre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui