Lunigiana, controlli dei carabinieri nel fine settimana: denunce e due arresti

0
712

I carabinieri della compagnia di Pontremoli, nel corso del fine settimana appena trascorso, hanno incentivato particolarmente i controlli, in concomitanza con gli ultimi giorni della stagione estiva e l’intenso movimento di persone e di mezzi che in questo periodo c’è in Lunigiana.
I militari hanno arrestato un uomo di 36 anni di Pontremoli che dovrà scontare 5 anni e 2 mesi per una serie di furti in abitazione e ricettazione che erano avvenuti nella zona nel 2013. E’ stato arrestato anche un uomo di 45 anni di Mulazzo, che stava scontando un periodo di affidamento in prova per vecchi reati di droga. L’uomo, non ha però rispettato le regole del suo periodo alternativo e qualche tempo fa ha minacciato il proprietario di un ristorante di Mulazzo. Il quarantacinquenne sconterà il resto della pena in carcere.

I militari, nel corso del servizio, hanno effettuato anche controlli antidroga, sorprendendo un uomo di 42 anni, italiano di Aulla, in possesso di una dose di cocaina. Segnalato alla Prefettura di Massa rischia gravi sanzioni.
Due italiani, padre e figlio di Aulla, sono stati segnalati al Tribunale massese per interruzione di pubblico servizio e minaccia a incaricato di pubblico servizio. I due, molto infastiditi per un pullman della linea “CTT Nord” che era stato parcheggiato in moto di fronte alla loro abitazione, hanno avuto un acceso diverbio con l’autista. La discussione si è poi tranquillizzata grazie all’arrivavo di una pattuglia dei carabinieri, ma intanto la tratta del servizio da Aulla a Massa della mattina era stata soppressa.
Un uomo di 43 anni di Aulla è stato denunciato al Tribunale di Massa per violazione di domicilio e clandestinità. L’uomo, di origine nordafricana, è stato sorpreso mentre stava cercando di rientrare nel vecchio appartamento che condivideva con il vecchio coinquilino. Al momento del controllo il permesso di soggiorno è risultato scaduto.
Guai anche per un uomo marocchino ed un altro nigeriano entrambi controllati nella zona vicino alla stazione ferroviaria di Pontremoli. Sono risultati senza nessun permesso di soggiorno e quindi clandestini. Dovranno rispondere al Tribunale di Massa del reato di clandestinità e dovranno presentarsi in Questura per le pratiche di espulsione.

I controlli alla circolazione stradale, sempre importanti per garantire la sicurezza sulle strade e la prevenzione della guida pericolosa, hanno permesso di sorprendere un uomo di 42 anni di Bagnone mentre era guida della suo Mitsubishi con un tasso alcolemico pari a quasi a volte il limite consentito. Dovrà rispondere al giudice di guida in stato di ebbrezza e non potrà più guidare il fuoristrada che è stato sequestrato. Invece, un uomo di 37 anni di Aulla, senza patente, è stato fermato ad Albiano Magra con la sua Volkswagen Polo che è stata sequestrata.

Leggi anche:

Controlli straordinari dei Carabinieri nel fine settimana in Lunigiana: 1 arresto e 4 denunce