Gaia investe un milione di euro per potenziare l’acquedotto di Fosdinovo

0
537
fosdinovo gaia

Superare le situazioni di emergenza idrica, soprattutto estiva, e dunque regolarizzare il servizio idrico offerto: è l’obiettivo del Gestore idrico GAIA, che presto aprirà i cantieri nel comune di Fosdinovo, dando il via ad un maxi intervento di potenziamento e ristrutturazione dell’intero sistema acquedottistico comunale. I lavori pianificati sono stati approvati dal Consiglio di Amministrazione della Società lo scorso 18 settembre e prevedono un investimento di circa un milione di euro (1.060.000) con interventi sulle linee di adduzione e distribuzione dell’acquedotto.

Ha dichiarato il Sindaco Camilla Bianchi “Non posso che essere contenta dell’annuncio di GAIA: la criticità strutturale del nostro sistema acquedottistico è nota ormai da tempo. Ringrazio l’Autorità Idrica Toscana e GAIA per aver lavorato insieme per trovare una soluzione a garanzia di un servizio maggiormente efficiente sul nostro territorio.”

“La nostra priorità è assicurare il soddisfacimento della domanda idropotabile per tutti i residenti nella zona. Una delle prime delibere approvate dal nuovo Consiglio di Amministrazione ha riguardato il Comune di Fosdinovo nella consapevolezza della particolare situazione di questa area gestita da GAIA,  ed è il frutto di numerosi incontri con l’Amministrazione Comunale e AIT.” ha dichiarato il presidente di GAIA S.p.A. Vincenzo Colle.

Il maxi intervento di Fosdinovo prevede la posa di 8,5 km di nuove condotte in parte in sostituzione dei tratti più ammalorati al fine di ridurre le perdite esistenti, e in parte su strade prive di condotte. I lavori prevedono gli scavi, i nuovi allacci e l’esecuzione dei tappetini di usura per il ripristino definitivo delle sedi stradali al termine dei lavori. L’intervento avrà inizio dopo il regolare espletamento delle procedure di gara.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.