Fermato dalle Volanti dopo un lungo inseguimento: arrestato un cittadino straniero.

0
242

Nella giornata di venerdì, i poliziotti della Questura di Massa Carrara hanno svolto specifici servizi di controllo del territorio, al fine di prevenire e contrastare la commissione di reati di tipo predatorio e in materia di stupefacenti.

Le “pantere” della Polizia di Stato hanno pattugliato le zone del litorale in cui si registra un maggiore numero di presenze: in particolare, Piazza Betti e le località Partaccia, Ronchi e Poveromo.

Nel pomeriggio, il personale in divisa ha effettuato controlli presso uno stabile abbandonato presente in Via Lucca, dove era stata segnalata la presenza di persone sospette. Una volta dentro, gli operatori, dopo essersi fatti largo nella folta vegetazione, hanno notato un uomo che, alla vista delle divise, si era dato a precipitosa fuga dopo aver lanciato a terra un involucro contenente sostanza stupefacente.
Subito i poliziotti si sono messi all’inseguimento della persona, non senza difficoltà, dovute alla presenza di arbusti e alla necessità di scavalcare le recinzioni di confine per raggiungere il fuggiasco.

L’uomo è riuscito a far perdere le proprie tracce, ma è stato intercettato e definitivamente bloccato da un’altra Volante, chiamata in ausilio, nella vicina Via Verdi. Anche in questa circostanza, la persona si è dimostrata poco collaborativa, spintonando e sferrando calci agli operatori che stavano cercando di contenerlo.
L’uomo, un cittadino straniero di 23 anni, irregolare sul territorio nazionale e con a carico precedenti per reati contro il patrimonio e in materia di immigrazione, è stato sottoposto a perquisizione personale. Tale attività ha consentito di rinvenire, occultate addosso alla persona, un coltello a serramanico e 150 Euro in banconote di vario taglio mentre, all’interno del rudere, è stato recuperato l’involucro lanciato dal reo, contenente modica quantità di cocaina, e altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi di stupefacente.

Al termine delle operazioni, lo straniero è stato arrestato per il reato di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. Inoltre, considerate le risultanze delle perquisizioni, lo stesso è stato denunciato per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e porto di armi ed oggetti atti ad offendere.
Nella mattinata di sabato, il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto applicando la misura dell’obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

Sempre nella giornata di venerdì, i servizi di controllo del territorio sono stati intensificati con l’impiego delle pattuglie motomontate “Pegaso”. Il personale della Squadra Volante, in sella alle moto della Polizia di Stato, ha assicurato una presenza più pervasiva anche in quei luoghi difficilmente accessibili alle autovetture, garantendo maggiore sicurezza soprattutto nelle zone del lungomare nelle quali, anche in questo ultimo periodo della stagione estiva, si registra un elevato numero di vacanzieri.
La pattuglia Pegaso ha svolto mirati controlli a persone e veicoli in transito. Durante le operazioni condotte in zona Romagnano e Villaggio Castagnara, i poliziotti hanno intimato l’Alt ad una persona senza casco che stava percorrendo Via Formentini a bordo del suo motorino. Il ragazzo, alla vista delle moto, ha forzato il posto di controllo dandosi alla fuga, ma è stato intercettato e bloccato a poca distanza.
Il giovane, un massese di 17 anni, è stato multato per guida senza patente e senza casco, e per non essersi fermato all’Alt della Polizia. Il motorino, completamente sprovvisto di targa e assicurazione, è stato sottoposto a sequestro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui