Montereggio, consegna delle Borse di Studio Bruno Prato

0
331

Lunedì12 agosto alle ore 17.30 a Montereggio di Lunigiana, nella suggestiva cornice della “Piazza Vecchia”, il progetto “Fermo il Canto Fermo il Suono”I ragazzi del XXI secolo incontrano il Canto del Maggio di Montereggio, troverà il suo atto conclusivo con la consegna delle borse di studio intitolate al monte reggino Bruno Prato. I riconoscimenti sono riservati agli alunni delle scuole primaria “Livio Galanti” e secondaria “Dante Alighieri” del comune di Mulazzo che hanno partecipato al concorso artistico sul tema: le tradizioni e significato del Canto del Maggio.

Le borse di studio sono stata volute fortemente dalla Signora Maria Teresa Melchiori, che con la sua generosità, ha permesso alle associazioni montereggine di organizzare questo progetto artistico nel quale gli elaborati dei ragazzi ben illustrano il significato che la tradizione del cantamaggio aveva per il suo compagno di vita Bruno. L’iniziativa è rivolta aibambini e ragazzi, delle scuole elementari e medie, con l’intento di promuovere lo sviluppo dell’arte, della creatività giovanile e sollecitare in maniera originale l’interesse nei confronti di questa tradizione che si inserisce nel solco di quella moltitudine di credenze e saghe popolari che una volta scandivano non solo la rinascita della natura ma ilciclo stesso della vita.

La Commissione esaminatrice composta dal professore Pierluigi Drovandi, dalla maestra Francesca Luciani e dalla signora Anita Papini in rappresentanza dell’Istituto Comprensivo “G. Tifoni”, da Sandro Fogola e Giacomo Maucci in rappresentanza della Proloco di Montereggio, ha valutato le opere frutto di esperienze, ispirazioni e riflessioni personali sul tema del maggio e ha deciso di conferire 10 borse di studio. La loro consegna rivestirà un grande valore simbolico. Si tratta di un attestato di merito che viene assegnato agli studenti che hanno compreso il senso della tradizione del maggio, nella convinzione che tale risultato non rappresenti il premio per una competizione, ma piuttosto per l’apprendimento e diffusione di quei valori della cultura del territorio, della condivisione e dell’aggregazione, che sono insiti nel Canto del Maggio.

A tutti i partecipanti verrà consegnato un diploma di eccellenza.

Nell’occasione, verranno consegnati i diplomi di partecipazione al “Corso di fisarmonica Bruno Prato” tenuto dal maestro Mirco Fruzzetti, giunto oramai alla 4 edizione. Inoltre, la Pro loco di Montereggio, consegnerà una targa a due montereggini che si sono particolarmente distinti, per differenti motivazioni, nel mantenere viva questa tradizione.

La manifestazione si concluderà con lo spettacolo teatrale dal titolo “Poesie di Maggio”, con la regia di Monica Rosa, che vedrà protagonisti i giovani attori del laboratorio teatrale della Scuola primaria “L. Galanti”