La nuova Fiorentina inizia a prendere forma

0
369
Fiorentina Serie A

Nelle scorse settimane, dopo 17 anni caratterizzati da alti e bassi, in cui il progetto tecnico della Viola non è mai riuscito a decollare definitivamente, si è ufficialmente conclusa l’esperienza della famiglia Della Valle alla guida della Fiorentina. Il nuovo presidente della Fiorentina è Rocco Commisso, ricco imprenditore italoamericano che nelle sue prime settimane da patron ha già lasciato intendere di avere le idee chiare sul presente e sul futuro della società gigliata.

Il futuro di Federico Chiesa

Sin dalle prime ore della sua presidenza, Commisso ha dovuto fare i conti con i problemi legati al futuro di Federico Chiesa. Il giovane e promettente esterno offensivo, che come raccontato da Sky Sport si è già messo in mostra sia con la maglia della Nazionale Under 21 che con quella della Nazionale Maggiore, nelle ultime giornate dello scorso campionato aveva trovato un accordo economico con la Juventus. I bianconeri, come raccontato anche da Calciomercato.com, avevano individuato in Chiesa l’uomo su cui puntare per ringiovanire la propria rosa, convinti che giocare in un contesto estremamente competitivo avrebbe permesso a Federico di compiere il definitivo salto di qualità. Di tutt’altra idea, tuttavia, è stato Commisso che si è opposto fermamente alla cessione di Chiesa ai bianconeri, lavorando intensamente al fine di raggiungere un accordo di rinnovo con il campioncino della Viola. La permanenza o meno di Chiesa a Firenze, cambierebbe e non poco gli obiettivi stagionali della Fiorentina la quale, dopo gli ultimi acquisti, è considerata da Unibet una delle compagini favorite per la conquista di un posto nella prossima Europa League.

Dopo gli arrivi di Lirola e Boateng, il sogno è Nainggolan

Per Commisso, convincere Chiesa a restare almeno un altro anno a Firenze non sarà facile, ma i tifosi hanno apprezzato la fermezza e la risolutezza con cui la nuova proprietà ha gestito una situazione estremamente delicata. La piazza, ad ogni modo, attende con ansia risvolti dal fronte calciomercato, da cui stanno comunque giungendo segnali decisamente incoraggianti. Dopo aver perfezionato la cessione di Jordan Veretout, acquistato dalla Roma per una cifra vicina ai 20 milioni di euro, quella di Lafont, accasatosi al Nantes, e quelle di Vitor Hugo e Edimilson Fernandes, nuovi giocatori rispettivamente di Palmeiras e Mainz, la società si è fiondata sul mercato alla ricerca di uomini che possano essere funzionali al nuovo progetto e, su espressa richiesta di Montella, sono giunti a Firenze Pol Lirola e Kevin-Prince Boateng, entrambi in arrivo dal Sassuolo. Il sogno proibito della nuova Viola, tuttavia, si chiama Radja Nainggolan. Nonostante il belga negli scorsi giorni si sia ripetutamente offerto al Cagliari, come raccontato da Sport Mediaset, l’Inter sembra intenzionata ad accettare l’offerta di 20 milioni complessivi formulata dal ds Pradè e dal presidente Commisso. Nainggolan darebbe fisicità e qualità al centrocampo gigliato, permettendo a Vincenzo Montella di variare le trame offensive, pressando più alto ed affidandosi maggiormente agli inserimenti dei centrocampisti.

Manca poco all’inizio della nuova stagione di calcio e da sportivi non possiamo fare altro che augurare ai tifosi della Viola che la prossima possa essere una stagione ricca di soddisfazioni e di gioie sportive.