M5S Toscana, voto contrario al Defr 2020. I consiglieri regionali evidenziano mancanze in vari ambiti

0
507
movimento 5 stelle

Il gruppo consiliare del Movimento 5 stelle in Regione Toscana ha votato contro il Documento di economia e finanza regionale (Defr) 20120. Molte le criticità evidenziate, tra cui le mancanze in ambito sanitario, ambientale e infrastrutturale. Grosse criticità rilevate anche in ambito culturale, scolastico e di tutela del paesaggio.
“Crediamo – spiegano i consiglieri regionali Giacomo Giannarelli, Andrea Quartini, Gabriele Bianchi e Irene Galletti – vi siano molte lacune nel piano presentato da questa giunta. Non possiamo sostenerlo, nonostante le molte risoluzioni che abbiamo presentato per cercare di migliorare il testo. Vorremmo una Regione maggiormente vicina ai problemi dei cittadini, più attenta alla sanità, all’ambiente, alle esigenze del lavoro e delle piccole e medie imprese. Tutte cose – concludono – che non vediamo realizzate”.
In particolare rispetto alla situazione delle infrastrutture in Lunigiana, il consigliere regionale Giannarelli ha presentato un’apposita proposta di risoluzione per la variante stradale alla provinciale 10 di Tenerano da Pian di Molino a Gassano nel comune di Fivizzano.
“Chiediamo – spiega Giannarelli – un impegno finanziario della Regione”.
Il consigliere del Movimento 5 stelle chiede inoltre alla giunta di ottenere relazioni trimestrali in merito all’avanzamento delle opere infrastrutturali di competenza delle autorità di sistema portuali nazionali relative ai lavori dei porti di Livorno, piombino e Marina di Carrara. “Grande attenzione – conclude Giannarelli – occorre anche per il procedimento di localizzazione nell’ambito dei lavori per il raddoppio della tratta ferroviaria che da Montecatini Terme porta a Lucca: anche su questo punto ho presentato una proposta di risoluzione”.

Leggi anche:

5 Stelle in regione: “Subito un monitoraggio dettagliato delle onlus toscane”

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.