Fivizzano: rinvenute ossa umane nel bosco

0
1219
scandalo carabinieri

Nella giornata di lunedì 22 luglio, in una zona boschiva del comune di Fivizzano un uomo con esperienze in campo sanitario, mentre era a passeggio con il suo cane, ha notato nel sottobosco la presenza di ossa umane e ha allertato immediatamente i carabinieri della stazione locale. Sul posto, oltre ai militari dell’arma di Fivizzano, sono intervenuti i carabinieri del nucleo investigativo e del N.O.RM. di Massa, addetti ai rilievi tecnici, coordinati dal sostituto procuratore Alessia Iacopini. Il pm ha disposto inoltre l’intervento di Luigi Papi, medico legale dell’Università di Pisa, e dell’antropologa Simona Minozzi, sempre dell’Università di Pisa. I due hanno esaminato i reperti rinvenuti e hanno stabilito che si tratta di ossa umane appartenenti ad almeno due differenti persone, probabilmente un uomo ed una donna.
Anche nella giornata di ieri stato effettuato un ulteriore sopralluogo con il personale della sezione investigazioni scientifiche dei carabinieri di Firenze e sono stati repertati ulteriori frammenti. Le ossa rinvenute saranno ora sottoposte ad esami tecnico scientifici per stabilirne la datazione e l’estrazione del Dna, perché al momento è impossibile stabilire sia da data del decesso degli individui, sia la collocazione delle ossa nel sito di rinvenimento, sia il riferimento delle stesse a crimini oppure ad un abbandono dovuto a cause da accertare.
Sono in atto anche una serie di verifiche per stabilire se i resti umani siano riconducibili a persone scomparse, nel corso degli anni, non solo in provincia di Massa Carrara ma anche in quelle limitrofe. Infatti in questa provincia negli ultimi anni non risultano segnalati crimini con scomparsa delle relative vittime.

Leggi anche:

Violenza tra le mura domestiche a Fivizzano, uomo allontanato dai Carabinieri

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.