Croce Rossa La Spezia, 460 Volontari al servizio dei più deboli

0
169

Un bilancio solido e un ampio quadro di attività garantite dall’impegno di oltre 460 volontari. È positivo lo scenario emerso dall’assemblea dei Soci della Croce Rossa della Spezia, che si è svolta venerdì scorso al Santa Caterina Park Hotel di Sarzana. È stata l’occasione per fare il punto – tra i volontari, il consiglio direttivo e il Presidente Luigi De Angelis – sulle numerose attività svolte nel 2018 e su quelle in programma nell’immediato futuro.

“Oltre ad aver approvato il bilancio consuntivo del 2018, in cui abbiamo registrato un utile di tutto rispetto – spiega De Angelis – abbiamo affrontato tutte le diverse tematiche che riguardano l’associazione. Dopo un anno di grande crescita come il 2017, nel 2018 abbiamo consolidato i nostri numeri, riscontrando una situazione più gestibile rispetto al passato nei servizi di accoglienza dei migranti. Altri interessanti progetti sono in cantiere. La forza della Croce Rossa della Spezia sta nella passione e nell’impegno quotidiano dei suoi Volontari. Proseguiremo il nostro sforzo anche nel nome di persone come Giuseppe Paveto e Diego Tomba, due nostri Volontari recentemente scomparsi, che per la loro umanità sono stati un punto di riferimento per l’intero Comitato”.

Questi alcuni dei numeri più significativi del 2018: più di 14 mila servizi in ambulanza svolti dai soccorritori, 41 tonnellate di generi alimentari distribuiti a famiglie in difficoltà economica e 21 incontri calcistici allo stadio “Alberto Picco” in cui gli operatori CRI hanno gestito l’assistenza sanitaria, in convenzione con lo Spezia Calcio. E poi la divulgazione del Diritto Internazionale Umanitario, con un corso nazionale rivolto alle Forze Armate organizzato a settembre a Cadimare, e le numerose attività di prevenzione svolte dai Giovani CRI, come i test per l’HIV e l’Epatite C.

Un impegno a favore della popolazione che è garantito da una struttura diffusa su tutto il territorio, con quattro sedi periferiche oltre a quella centrale di via Santa Caterina (Fezzano, Muggiano, Santo Stefano e Calice), un parco mezzi che conta 34 veicoli e un personale di 38 dipendenti.