Intesa tra Casola e consorzio balneari di Marina di Carrara, il turismo sarà biunivoco

0
1053

Un interessante e importante protocollo d’intesa tra il sindaco del Comune di Casola, Riccardo Ballerini e Marco Pardi, Presidente del Consorzio Balneari di Marina di Carrara, è stato firmato sabato mattina nella località turistica balneare. Un accordo che prevede di sviluppare il turismo e contemporaneamente svolgere una azione sociale.

La necessità di migliorare l’offerta turistica degli operatori del mare si è incontrata con le idee del comune lunigianese che, con grande attenzione e lungimiranza, ha raccolto immediatamente la proposta di collaborazione e con grande celerità ha elaborato questa idea facendola diventare realtà.

“Grazie a Federico che ha avuto l’intuizione di mettere in contatto la nostra località con Casola in Lunigiana e tradurre in modo concreto quello che è per anni rimasto un desiderio – ha dichiarato Marco Pardi -, cioè far si che i turisti del nostro territorio possano conoscere meglio l’entroterra”.

Dalle prossime settimane, tutti i giovedi partiranno da Casola due minibus che porteranno al mare i cittadini del comune che potranno trascorrere una giornata sulla spiaggia e trasporteranno i turisti marini a visitare le perle del piccolo comune.

Questo progetto nasce con la collaborazione attiva della Consulta provinciale per le disabilità e dall’idea del suo vicepresidente Federico Agostini, di mettere in comunicazione realtà ed esigenze diverse.

“Tutto è nato da un dialogo che si è aperto all’interno della consulta provinciale della disabilità. Con i bagni che fanno parte del consorzio, abbiamo raggiunto una elevata qualità per le persone che hanno problemi motori e non. Da questo dialogo è nata l’esigenza di avere un rapporto che andasse oltre la semplice collaborazione – ha raccontato Federico Agostini, promotore del progetto -, ma di estendere la collaborazione anche alla Lunigiana, sia da un punto di vista turistico che sociale. L’accordo è stato raggiunto in un brevissimo tempo, è ancora in fase sperimentale ma sono sicuro che diventerà un progetto strutturale. L’esempio di questo accordo sarà da portare in tutte le sedi per dimostrare come sia possibile portare sviluppo e benessere”.

Questo progetto si propone come apripista per uno sviluppo turistico integrato all’interno dell’ambito territoriale della Lunigiana. È intenzione dei soggetti artefici dell’accordo di promuovere lo sviluppo turistico e conseguentemente di mettere in atto un percorso di miglioramento urbano e rurale con la massima attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche.

“Si è creata subito una sinergia – ha evidenziato il sindaco di Casola Riccardo Ballerini -, non abbiamo grandi risorse da investire ma ci piace supportare queste idee e lavorare mettendo insieme pubblico e privato. Un bellissimo progetto che tocca due aspetti fondamentali come il sociale e il turismo che abbiamo subito appoggiato e speriamo venga implementato negli anni a venire”.

Parteciperà al progetto la Centaurea, Associazione di guide turistiche ambientali del Parco delle Alpi Apuane. Sarà loro compito accompagnare i turisti nei percorsi stabiliti.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.