La bellezza nel cibo: il tesoro della Lunigiana nella Giornata della Biodiversità

0
38

La difesa delle razze autoctone e della varietà locali dal rischio di estinzione ha alcune centinaia di alleati in più: sono gli studenti degli istituti a indirizzo agrario della Toscana. L’I.I.S. A. Pacinotti è tra le 12 scuole toscane ad indirizzo agrario che hanno risposto al bando promosso dalla Regione per organizzare iniziative pubbliche in occasione della Giornata nazionale della biodiversità di interesse agricolo e alimentare in programma lunedì prossimo, 20 maggio.

Per preparare questo evento gli studenti dell’Agrario ed Alberghiero si sono documentati a fondo, hanno compiuto ricerche sul campo, realizzato menu’ ad hoc , e lunedì metteranno a frutto questo percorso  accogliendo dalle 9 alle 12,30 i visitatori nei centri pilota di Matteo Tonelli a San Terenzo Monti ed Antonio Bongi  loc. Porciglia 1 in Comune di Fivizzano per illustrare le caratteristiche  della Razza Pontremolese e del Grano 23 e nel pomeriggio, presso il Museo di San Giovanni a Fivizzano, introducendo il convegno a cui parteciperanno personalità del mondo scientifico, istituzionale e professionale,  agricoltori e allevatori custodi, operatori ed associazioni.

Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Cav. Paolo Grassi, del presidente del Parco APE on. Fausto Giovannelli e della Dirigente scolastica Prof. Lucia Baracchini, sono attesi gli interventi di Orazio Benelli – neo Accademico Onorario dei Georgofili, Rolando Paganini – Chef e grande artefice del rilancio della carne e del latte della pontremolese, Luciana Gabriella Angelini – Professore Ordinario presso il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali, Università di Pisa e responsabile del progetto di valorizzazione del grano 23 in lunigiana, Fabiana Fiorani – Responsabile Sezione della Banca Regionale del Germoplasma presso il Centro La Piana, Camporgiano e referente per la Comunità del Cibo della Garfagnana, Fausta Fabbri – Dirigente presso Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale della Regione Toscana.

Il 23 maggio a partire dalle ore 20,00 gli alunni ed i docenti dell’istituto alberghiero sostenuti dall’Associazione Amici dell’Alberghiero saranno i protagonisti della Cena di Gala, che si svolgerà presso il Castello del Piagnaro a  Pontremoli e che vedrà realizzare un menu tutto a base di carne e latte della razza Pontremolese (costo della cena 25,00 Euro prenotazioni al num. 0187 – 4601231 oppure 320 – 4125615).

“In Lunigiana  è ancora presente un patrimonio inestimabile di variabilità genetica: varietà vegetali e razze animali che possono contribuire non solo al mantenimento di una  grande ricchezza di diversità biologica, ma anche costituire la base per un modello di sviluppo basato sulla sostenibilità ed il vantaggio competitivo che solo l’identità può apportare. In questo percorso partiamo dalla Bellezza, quella del Cibo rendendo protagonisti i nostri giovani, che sono lo strumento più importante della rigenerazione del nostro territorio”, commenta la dirigente scolastica Lucia Baracchini.