La Spezia inaugurata in Confartigianato una postazione con defibrillatore pubblico

0
17

Grazie ad ANCoS (Associazione nazionale Comunità sociali e sportive di Confartigianato), con il contributo del 5xmille, nell’ambito di una campagna pluriennale di sensibilizzazione e prevenzione, denominata “Più cuore per un cuore” è stata allestita in Confartigianato nella sede di via Fontevivo, 19 una postazione con defibrillatore pubblico.

La postazione è stata inaugurata dal Presidente di Confartigianato, Paolo Figoli, dal direttore Giuseppe Menchelli, Ernesto Balisciano, responsabile settore Sanità e Welfare Confartigianato, alla presenza di Gianmarco Medusei, Assessore alla Sanità del Comune della Spezia.

“L’installazione di defibrillatori pubblici come questo in Confartigianato – ha commentato Gianmarco Medusei, Assessore alla Sanità del Comune della Spezia – è un segnale importante di attenzione alla salute del personale, dei fruitori dei vostri servizi e della comunità tutta. C’è ancora molto da fare, per diffondere sul territorio italiano la cultura della defibrillazione precoce e per informare adeguatamente i cittadini sull’importanza della conoscenza delle manovre di rianimazione cardio-polmonare. L’arresto cardiaco non dà segni premonitori e colpisce chiunque e dovunque. Se non si interviene entro i primi 5 minuti dall’arresto cardio-circolatorio somministrando una scarica elettrica al cuore attraverso l’utilizzo di un defibrillatore DAE le possibilità di salvezza per la persona colpita sono praticamente nulle”.

“Confartigianato – ha concluso il Presidente di Confartigianato, Paolo Figoli – è un’associazione nata su iniziativa degli imprenditori per le imprese ma anche per le persone che danno anima e gambe alle imprese: titolari, collaboratori, dipendenti: per questo nello statuto e nel dna della Confartigianato c’è un’attenzione particolare per la collettività. Per questo motivo abbiamo costituito l’Ancos, un’associazione di promozione sociale, per essere più concretamente vicino alle persone, promuovendo i valori solidaristici e sociali dell’attività di volontariato. Anche l’acquisto del defibrillatore va in questa direzione, offrendo un presidio utile per lo stabile, gli uffici vicini e la collettività”.

Un gruppo di dipendenti di Confartigianato effettuerà nelle prossime settimane l’apposito corso di formazione per l’utilizzo di un defibrillatore DAE. In Italia le vittime di arresto cardiaco sono oltre 70.000 ogni anno e oltre l’80% dei decessi avviene lontano da ospedali e strutture sanitarie: a casa, negli uffici pubblici, nelle strade, sul lavoro. A seguito della diffusione della defibrillazione precoce sul territorio e la formazione di un numero sempre maggiore di cittadini alle manovre di rianimazione cardio-polmonare RCP, potrebbe aumentare sensibilmente sul territorio spezzino il tasso di sopravvivenza in caso di arresto cardiaco, riducendo il numero dei decessi all’anno causati da arresto cardiaco.