Conigli antidroga in Lunigiana, l’ok arriva dall’Unione dei Comuni

0
18320

Dall’ultima riunione della Giunta dell’Unione dei Comuni Montana Lunigiana è emerso una fresca novità indirizzata a rafforzare la sicurezza del territorio.

Grazie alla collaborazione con ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), e prendendo spunto da una realtà già consolidata in numerosi comuni dell’Inghilterra, dalla prossima estate verranno utilizzati conigli antidroga per combattere lo spaccio in Lunigiana.

“Una importante novità che vedrà i simpatici animaletti al fianco della polizia municipale per un miglior monitoraggio in occasione di mercati, fiere e feste locali – ha sottolineato il presidente dell’Unione -, ma anche un’idea che abbiamo pensato per rendere più simpatiche le azioni antidroga cui potranno assistere anche i bambini”.

“L’idea viene direttamente da al Cambridgeshire, luogo in cui sono nata e da cui sono partita prima di trasferirmi in Lunigiana”, ha detto Ella Nuvest, fiera animalista che già aveva avanzato alcune proposte sul problema dei lupi nei luoghi montani.”I conigli verranno dotati di pettorina e saranno in grado di riconoscere tutti i tipi di droga che in genere viene commerciata all’aperto. Verranno lasciati liberi durante le giornate prestabilite e potranno riprodursi liberamente in modo da avere sempre nuove risorse per la sicurezza di tutti”.

Un importante passo avanti per una Lunigiana più sicura cui tutti i sindaci dell’Unione hanno aderito, nella speranza che anche gli altri enti locali adotteranno questi piccoli batuffoli insieme ai cani per proteggere tutti, soprattutto i bambini, dal terribile, ma lucrativo, incubo della droga.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.