Ivo Saglietti a Sarzana: una “vocazione umanistica” dietro alla sua fotografia

Pienone a Spazi Fotografici dove condurrà un workshop la prossima settimana

0
62

Si è aperta con una sala gremita e con la grande fotografia di reportage del Maestro Ivo Saglietti la terza edizione di Contrasti, la rassegna d’appuntamenti con l’autore di Spazi Fotografici. Condotto dai fondatori Davide Marcesini e Orianna Fregosi l’incontro ha permesso ai partecipanti di conoscere uno dei più importanti fotoreporter italiani attraverso i suoi insegnamenti, i suoi racconti e alcuni dei più significativi progetti fotografici realizzati dalla fine degli anni Settanta a oggi.

Dal Cile di Pinochet a situazioni ancora attuali come quella dei palestinesi, il più volte vincitore del World Press Photo ha raccontato come nascono e sono nati i suoi scatti, ma soprattutto quel che è la missione di chi si pone l’obiettivo di essere la voce di paesi, situazioni e popoli. Si è potuto così comprendere il valore della fotografia come strumento di conoscenza e testimonianza, come azione vitale da condurre con passione e curiosità, sempre anteponendo alla “dimostrazione” e all’apparenza la dignità di quello che si incontra – e si racconta -, quella che Saglietti chiama “vocazione umanistica”. Tutto questo sarà alla base del workshop in programma nelle giornate del 6 e 27 aprile al Talent Garden Sarzana, con lo stesso Ivo Saglietti sulla costruzione del proprio progetto fotografico e, più in generale, di un reportage. Due giornate dedicate all’apprendimento, fra teoria produzione e pratica, con un vero Maestro della fotografia italiana.

Per saperne di più o iscriversi è possibile contattare la Scuola al numero 3711728121 e all’indirizzo corsi@spazifotografici.it. Possibilità di abbinarlo al più ampio Corso di Fotografia Documentaria, con realizzazione di dummy photobook, in partenza dal prossimo mercoledì 3 aprile con Michele Borzoni e Nicolò Puppo. Anticipazioni su @spazifotografici (Instagram e Facebook).