Montereggio al Festival del Libro Italiano a Tokyo

0
482

Nella bellissima cornice dell’Istituto Italiano di Cultura di Tokyo si svolge, come ogni primavera, l’undicesima edizione della Fiera del libro italiano 2019, evento che lo scorso anno ha visto la visita di una delegazione di Montereggio, il Paese dei Librai. La manifestazione organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura, è un luogo d’incontro e di dialogo per intellettuali, artisti e per tutti coloro che sono affascinati e interessati al nostro Paese, si svolge nello splendido palazzo italiano caratterizzato da acuti spigoli in marmo bianco e facciate rosso vivo, disegnato da Gae Aulenti. Una costruzione che si affaccia sui giardini imperiali, tra i famosi ciliegi sakura che, durate il periodo della fioritura, diventano il centro di gravità del continuo trascorrere del tempo di questa immensa ed unica capitale.
Montereggio, quest’anno, sarà presente con “Il Libro nella Gerla. Storia di Montereggio il Paese dei Librai” scritto dai bambini del laboratorio di scrittura della Scuola Primaria “Livio Galanti” di Arpiola e con il best seller “Montereggio. Vicissitudini di librai viaggiatori da un paesino” della scrittrice giapponese Yoko Uchida, edito dalla casa editrice Hojosha Pubblishing Co. Ltd.
In vendita più di 700 titoli, riguardanti l’Italia, scritti sia nella meravigliosa scrittura giapponese che in italiano. Tra il grande numero di opere presenti, tra cui testi di letteratura, d’arte, libri per l’infanzia, manuali di cucina e guide turistiche, spiccano i libri della signora Yoko e, tra questi, quello che racconta la storia di Montereggio. Dalla penna della scrittrice, dotata di particolare sensibilità e spiritualità, scaturisce “una sorta di viaggio” ricco di metafore e giochi di parole che danno alla storia un significato profondo, in quanto simboleggiano il sentiero dell’esistenza umana, lo sforzo e il sacrificio. Un libro a cui la Pro Loco di Montereggio ha attivamente collaborato e che ha affascinato i lettori tanto da fare di Montereggio, il Paese dei Librai, un vero e proprio “must”.