I “Supereroi acrobatici” arrivano all’OPA e salutano i bambini ricoverati

0
487

Accolti da una sensibile folla soprattutto di bambini alle 11,30 di venerdì i “Supereroi acrobatici”, nove in tutto, si sono calati con grandi corde dal tetto dell’ospedale del Cuore Opa lato degenza pediatrica facendo, voli e volteggi mozzafiato, stupendi da essere visti, soprattutto dai piccoli degenti della Pediatria che hanno a lungo salutato e ovviamente dal folto pubblico che sostava nel piazzale.

Ad accoglierli anche il Dr Luciano Ciuccio Direttore Generale della Fondazione Monasterio assieme al  Marco Torre Direttore amministrativo ed al dr. Maurizio Petrillo direttore sanitario. I “Supereroi acrobatici” erano tutti vestiti da Batman. Capitan America, Spiderman, Ironman e Hulk ed altre figure non meno note. Inutile dire che hanno reso indimenticabile la mattinata tanti i piccoli ma anche i grandi che hanno voluto una foto ricordo o un selfie con questi bravi e gentili personaggi.

Mentre i 9 scendevano dal cielo, altri vestiti da eroi di cartoni animati e fumetti come Frozen, Minnie, Masha e Orso si sono recati all’interno del reparto in visita ai piccoli. A realizzare la mattinata di svago ai bambini ricoverati e non sono stati i manager e i tecnici di EdiliziAcrobatica, azienda leader in Italia nel settore dell’edilizia in doppia fune di sicurezza. Scopo dell’iniziativa ideata da EdiliziAcrobatica che già da qualche anno dà vita alle calate dei Supereroi negli ospedali italiani, è offrire a uno spettacolo che possa regalare una giornata diversa a tutti i piccoli pazienti costretti dalla malattia a trascorrere le loro giornate in reparto e vista la grande affluenza di pubblico hanno colpito il…bersaglio.

L’iniziativa era inserita nel contesto del convegno interregionale Principi e metodiche di assistenza  cardio-respiratoria in età pediatrica” che si è tenuto nella sala convegni dell’Ospedale del Cuore Opa. L’evento è organizzato dalla Fondazione Toscana Gabriele Monasterio ha visto la presenza di oltre 100 medici e specialisti giunti da tutte le Asl toscane tanto che i tecnici della Fondazione per accogliere il folto pubblico hanno dovuto aprire altre due sale dotate di grandi monitor per permettere a tutti di seguire i lavori.

Presenti quali relatori un pool di specialisti dell’Ospedale del Cuore: Opa di  Massa, Ospedale “Mayer” Firenze; Ospedale Giovanni XXIII, Bergamo; Ospedale Careggi Firenze e Centrale Operativa 118 Alta Toscana che ha illustrato il progetto dell’Eco team pediatrico di cui l’Opa è l’unica struttura esistente in Toscana.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.