Azienda USL Toscana nord ovest: oltre 100 operatori stabilizzati in pochi mesi

0
31
ospedali toscana

Con tre diverse delibere ed un decreto dirigenziale, nel periodo tra luglio 2018 e febbraio 2019, l’Azienda USL Toscana nord ovest ha attuato le procedure di stabilizzazione di oltre 100 operatori, distribuiti nei cinque ambiti territoriali dell’Azienda, ed ha riaperto i termini nel profilo di dirigente medico di Medicina interna.
Nei prossimi mesi continuerà questo percorso virtuoso, con la stabilizzazione di altri operatori finora “precari”.

L’Azienda si è mossa in attuazione della delibera della giunta regionale 230 del 6 marzo 2018 che delineava gli indirizzi alle Aziende ed Enti del Servizio Sanitario Regionale per l’attuazione appunto delle procedure di stabilizzazione. Partendo da questa base, nei territori di Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Versilia sono stati effettuati tre avvisi di reclutamento speciale volti al superamento del precariato.

L’Azienda USL Toscana nord ovest ha quindi colto l’occasione di stabilizzare  e valorizzare in maniera adeguata personale della dirigenza e del comparto che già da alcuni anni prestava servizio nelle strutture aziendali, dando continuità e sicurezza all’organizzazione, in rapporto alle esigenze gestionali presenti e future.

Il processo di stabilizzazione è stato oggetto di una programmazione pluriennale (2018-2020) che ha tenuto conto degli effettivi fabbisogni, nel tempo, dei servizi aziendali, impegnati quotidianamente a garantire i livelli essenziali di assistenza.

Questo il dettaglio dei 104 profili per i quali sono stati attuate le procedure di stabilizzazione (gli ultimi della serie grazie alla recente delibera 120 del 13 febbraio 2019):

3 dirigenti medici (nelle discipline di Medicina dello Sport, Medicina Legale, Radioterapia);
1 dirigente biologo di Patologia clinica;
45 infermieri;
22 operatori socio sanitari;
3 fisioterapisti;
4 ostetriche;
4 tecnici della prevenzione negli ambienti e luoghi di lavoro;
9 tecnici sanitari di laboratorio biomedico;
1 tecnico sanitario di radiologia medica;
6 assistenti sociali;
2 assistenti tecnici.

CONDIVIDI