Jacopo Ferri: la Regione sulla sanità lascia indietro la Lunigiana

0
91
Foto dalla pagina Fb di Jacopo Ferri

“La notizia di interventi strutturali sul monoblocco di Carrara non può che essere accolta con favore. Significa che, almeno da qualche parte, la Regione e l’Asl rispondono positivamente alle sollecitazioni di amministratori e cittadini!”. Lo dichiara il consigliere di Cara Puntremal Jacopo Ferri in una nota stampa.
“Spiace però notare come – prosegue Ferri – ancora una volta, la Lunigiana sia lasciata indietro. Interventi strutturali fondamentali sull’ospedale di Pontremoli, così come su quello di Fivizzano, antisismici e non, sono richiesti da anni ed anni. Le note/richieste, le interrogazioni, le mozioni, e sollecitazioni in occasione di incontri con gli assessori ed i direttori di turno, si sono susseguite nel tempo in così tante circostanze che se ne potrebbe veramente ricavare un libro con troppi capitoli.
Senza contare che il Noa era stato studiato (giustamente o ingiustamente) per garantire una struttura di secondo livello a tutta la provincia ed un unico punto di riferimento di primo livello per la zona costiera, proprio per ottimizzare i costi ed evitare, nelle brevi distanze le costose duplicazioni che sono state tra le maggiori cause del cosiddetto mega buco dell’Asl n. 1.
La Regione invece non è stata per nulla solerte su questi temi con la Lunigiana e non risulta che abbia neppure pianificato a Pontremoli, come a Fivizzano interventi. Come mai?
Ci si augura quindi – conclude il consigliere – che la nuova direzione generale, o almeno l’approssimarsi delle elezioni regionali, consentano anche a noi lunigianesi di avere risposte adeguate per le nostre strutture sanitarie. Sarebbe davvero l’ora”.