Carrara: arrestato un giovane spacciatore incensurato

0
185

Arrestato dai carabinieri di Carrara un giovane di 22 anni, incensurato, originario del Marocco, che faceva la spola tra la casa in cui alloggia ed il centro della città per spacciare dosi di cocaina. Il ventiduenne, nonostante sconosciuto alle forze dell’ordine, aveva conquistato il suo spazio sulla piazza dello spaccio e la cosa non è sfuggita ai carabinieri della compagnia di Carrara, che hanno puntato i riflettori su di lui, convinti che avesse messo in piedi un discreto giro di affari.
Le manette sono scattate venerdì pomeriggio, quando i militari appostati in borghese hanno assistito dal vivo all’arrivo di un automobilista che di lì a poco si è incontrato con il giovane extracomunitario sotto indagine. Il comportamento dei due non ha lasciato spazio a dubbi, infatti senza troppe parole il ventiduenne ha fatto ingresso nella sua abitazione e dopo pochi istanti è tornato in strada, per consegnare una dose di cocaina del peso di mezzo grammo al conducente dell’auto, ricevendo in cambio alcune banconote.
Naturalmente dopo aver fermato l’acquirente con la polvere bianca appena comprata, i carabinieri si sono organizzati per sfruttare al meglio il fattore sorpresa e fare irruzione nell’abitazione dello spacciatore. Quest’ultimo, infatti, è stato bloccato mentre stava nuovamente uscendo di casa, con un’altra dose di cocaina in tasca, perfettamente identica a quella spacciata poco prima, probabilmente destinata ad un altro acquirente. A quel punto è scattata la perquisizione del suo alloggio, dove all’interno di un pacchetto di sigarette i carabinieri hanno trovato altre dodici palline di cocaina, insieme al materiale per confezionare le dosi e 170 euro in contanti, probabilmente derivati delle vendite di droga. Il peso complessivo delle dosi rinvenute nel corso dell’operazione è risultato di circa dieci grammi.
Alla resa dei conti, l’esito dell’indagine portata a termine dai carabinieri di Carrara ha confermato che è sempre la cocaina a farla ancora da padrona sul mercato interno della droga, inoltre grazie ai servizi di pedinamento e appostamento, i militari dell’arma hanno scoperto il metodo sicuramente efficace e collaudato utilizzato dall’insospettabile spacciatore, che consisteva nel fissare gli appuntamenti con i vari clienti in giro per Carrara per poi effettuare le consegne, mediante scambi velocissimi di droga e denaro. In questo modo, il ventiduenne era riuscito sempre a farla franca, rimanendo un perfetto sconosciuto per gli schedari delle forze dell’ordine.
Il suo arresto in flagranza di reato per spaccio e detenzione illecita di stupefacenti è stato comunicato al Pubblico Ministero Alessia Iacopini, informato nell’immediatezza dell’esito dell’operazione. Il ventiduenne, che sabato pomeriggio è stato processato per direttissima davanti al Giudice Valentina Prudente, ha patteggiato nove mesi di reclusione e 2500 euro di multa. Proprio perché incensurato, la pena gli è stata sospesa ed è tornato in libertà con la condizionale. Il suo cliente è stato invece segnalato al Prefetto come assuntore.