Al Belmesseri di Fivizzano economia e lingue straniere per i lavori del futuro

0
83

In Italia ogni anno viene segnalata una cronica mancanza di figure tecniche, che le aziende assumerebbero volentieri. Chi, oltre a lasciare aperta una opzione per lo studio universitario, vuole la possibilità di lavorare subito dopo il diploma dovrebbe valutare seriamente gli istituti tecnici.

Tra questi un indirizzo che dà buone prospettive è “Relazioni internazionali per il Marketing”, l’indirizzo dell’Istituto di Istruzione Superiore “Paolo Belmesseri”con sede a Fivizzano.

Di cosa si tratta? Intanto gli istituti tecnici danno una solida formazione in economia e diritto non prevista in un percorso liceale, che agevola anche alcuni percorsi universitari. Poi questo indirizzo ha specifiche competenze comunicative prevedendo la conoscenza di tre lingue straniere: inglese, francese e russo.

La terza lingua, il russo, che si inizia nel terzo anno di Istituto tecnico, è stata scelta dopo un sondaggio con il Ministero della Pubblica Istruzione ed alcuni istituti italiani in cui è già stata adottata da anni con esito positivo. Sono oltre 300 le scuole pubbliche in Italia che insegnano russo e il Belmesseri di Fivizzano è l’unica nelle province di Massa e Spezia.

Va rilevato, a questo proposito, come il dinamismo del turismo russo abbia assunto negli ultimi anni un’importanza strategica per il nostro Paese. Le statistiche più recenti parlano di un fatturato di oltre un miliardo di euro dell’indotto turistico e di oltre un milione di cittadini russi che vengono in Italia, per la maggior parte “returners” abituali.

Nella nostra zona è famosa da anni la loro predilezione per la Versilia e Forte dei Marmi in particolare. Quello che pochi sanno è che il presidente di Federalberghi di Forte dei Marmi, la sezione di Confindustria dedicata agli albergatori, e di Federalberghi Toscana è un lunigianese, il dr. Paolo Corchia, che ha iniziato la sua carriera proprio come insegnante al Belmesseri di Fivizzano, che allora si chiamava Sambuchi.

I ragazzi inizialmente ritenevano difficile questo percorso, ma ora dopo tre anni dalla attivazione le famiglie sono contente, e sicuramente anche la conoscenza di inglese e francese è importante per i ragazzi in un mondo che sarà sempre più internazionale e interdipendente. Anche materie come “tecniche della comunicazione” e “relazioni internazionali” sono oggi molto utili per affacciarsi al mondo del lavoro.

Va detto che ogni anno presso il Belmesseri di Fivizzano viene offerta una Borsa di Studio in memoria dell’ing. Clemente Bonfigli, originario di Fivizzano e uno dei maggiori esperti di topografia in Italia. Sono 300€ per la classe quarta e 200€ per la seconda, assegnati ai migliori studenti e finanziati dagli eredi dell’ing. Bonfigli.

Nei prossimi giorni saranno proclamati i vincitori dello scorso anno scolastico.

CONDIVIDI