Dalla Regione oltre 270milioni per la disabilità, non autosufficienza e Vita indipendente

Bugliani (PD) : “Toscana impegnata e vicina ai più deboli ”

0
28
Licciana disabilità

“Oltre 270 milioni nel 2019 per la disabilità, la non autosufficienza e il sostegno alla domiciliarità, 13.627 persone assistite in Rsa in Toscana nel 2016, 14.075 nel 2017 e 15.388 nel 2018, 1.886 assistiti nei Centri diurni nel 2017, 2.144 nel 2018. Non sono numeri a caso ma quelli che provano un impegno concreto, effettivo e sentito della Regione Toscana a favore delle famiglie e delle persone in difficoltà. In questi ultimi anni sono aumentate iniziative e progetti, cresciute le cifre investite in questo settore, ed è salito anche sensibilmente il numero di persone prese in carico nelle Rsa e nei Centri diurni, un attenzione per cui va ringraziata la Giunta e l’assessore Saccardi. L’obiettivo è non lasciare indietro nessuno, non far sentire sole le famiglie e chiunque si sia fatto carico dell’assistenza ai loro congiunti disabili, anziani, non autosufficienti. Stiamo parlando di situazioni difficili e tragiche, a maggior ragione in contesti in cui la crisi economica si è fatta sentire in maniera più incisiva, come appunto la provincia di Massa Carrara. Da rappresentante del territorio farò sempre il possibile perché la Toscana continui a investire nel sociale e a considerarlo una priorità assoluta, portando avanti il percorso già ben intrapreso”.

Così Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd, commentando le quattro delibere presentate dall’assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi e approvate dalla giunta nelle ultime sedute del 2018 che prevedono: oltre 270 milioni di euro per la disabilità, la non autosufficienza, la Vita indipendente, un progetto sperimentale per interventi di adattamento domestico per il sostegno alla domiciliarità, che ora va a regime, l’adeguamento della quota sanitaria per la non autosufficienza all’interno delle Rsa delle tariffe per i Centri di riabilitazione extraospedaliera.