L’associazione paraplegici assegna un premio al compianto sindaco di Licciana: Pierluigi Belli

0
57

Sabato 12/1/19 è stato consegnato il Premio Lunigiana senza barriere , ideato dall’Associazione paraplegici della provincia di Massa Carrara, al Sindaco di Licciana Nardi recentemente scomparso Pier Luigi Belli.

L’associazione ha attribuito il premio per le seguenti motivazioni:

“L’Associazione è lieta di consegnare il X° Premio Lunigiana senza Barriere in ricordo del Sindaco Pier Luigi Belli, in quanto persona di grande pragmatismo e di attenzione alle esigenze delle persone disabili.

Con premura si era fatto carico di rendere accessibile il palazzo comunale di Licciana Nardi tramite l’installazione di un’ascensore dopo anni di inaccessibilità da parte di chi ha problemi di deambulazione.

Oltre a realizzare quest’opera proponeva di realizzarne altre durante i successivi anni di mandato, finalizzate all’abbattimento delle barriere architettoniche in tutte le frazioni del Comune.

Consegnamo questo Premio in memoria del Sindaco Pier Luigi Belli per le sue attenzioni verso il mondo della disabilità, sperando che i tutti i prossimi futuri Sindaci continuino l’opera iniziata per avere un comune accessibile veramente a tutti i suoi cittadini.”

Il premio è stato consegnato dal Presidente dell’Associazione Dott. Giacomo Perfigli alla figlia del primo cittadino: Fausta Belli.

Il presidente Perfigli ha commentato la premiazione dicendo: ” Siamo grati a Pierluigi per le opere realizzate in favore di ci ha problemi di deambulazione, auspichiamo che i prossimi sindaci del Comune di Licciana continuino su questa strada iniziata per rendere il territorio comunale accessibile a TUTTI”

Michela Carlotti vicesindaco reggente ha detto: “Questo riconoscimento in memoria del nostro Sindaco Pierluigi Belli, è un orgoglio per tutta l’Amministrazione comunale e per l’intera cittadinanza del comune di Licciana Nardi”.

Fausta Belli figlia di Pierluigi: “Ricordo ancora il momento in cui papà, orgogliosamente portò a casa questo importante risultato insieme alla sua squadra. Era per lui motivo di orgoglio e di grande soddisfazione. Oggi, la mia, è ancora più grande. Ringrazio l’associazione paraplegici della provincia di Massa Carrara per aver ricordato mio padre in una delle iniziative per cui più ha combattuto in questi mesi. Mi impegnerò ad affiancarla in tutte le prossime iniziative”.