Non si ferma all’alt della municipale e fuggendo fa un incidente, arrestato ad Avenza

0
110

Domenica scorsa presso la chiesa di San Pietro Apostolo di Avenza un carabiniere della compagnia di Massa ha assistito all’incidente tra un ciclomotore, inseguito da una pattuglia della polizia locale di Carrara, e un’autovettura che percorreva la via in senso contrario.
Il motorino era guidato da un cittadino tunisino di 34 anni, irregolare sul territorio nazionale, senza fissa occupazione e già noto alle forze dell’ordine, che dopo l’incidente tentava di fuggire ancora a piedi.
Il militare gli ha ordinato di fermarsi, qualificandosi ma il trentaquattrenne lo ha colpito con un calcio alla caviglia. Il militare però è riuscito ugualmente ad atterrarlo e bloccarlo a terra.
Oltre alle pattuglie della polizia locale sul posto sono intervenute anche due auto delle compagnie Carabinieri di Carrara e Massa. L’uomo, che a seguito del violento impatto con l’altra autovettura ha riportato delle lievi lesioni, è stato trasportato al pronto soccorso.
Non si era fermato all’ alt intimatogli dagli agenti durante un posto di controllo effettuato pochi metri prima della piazza in cui è avvenuto l’incidente.
Dimesso dall’ospedale il trentaquattrenne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate, trattenuto all’interno delle camere di sicurezza della caserma Plava, in attesa della convalida avvenuta ieri, 31 dicembre, presso il Tribunale di Massa. Il giudice ha disposto nei suoi confronti la custodia presso il carcere locale.
Inoltre l’uomo è stato deferito in stato di libertà dalla polizia locale di Carrara per guida in stato di alterazione psico-fisica dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti, essendo risultato positivo alla cocaina, e per ricettazione poiché, in seguito ad accertamenti, il mezzo su cui viaggiava è risultato essere stato rubato il giorno prima a La Spezia.