Quasi deserta la Conferenza dell’Asl Toscana Nord Ovest. Il centro destra: politica regionale scollata dal territorio

0
69
collage conferenza asl

Doveva essere una grande Assemblea dei Sindaci, in cui far confluire idee e proposte per il Piano socio sanitario regionale di prossima approvazione, invece si è trasformata in un grande flop, una riunione per pochi intimi.

Eppure l’arrivo a Pisa dell’Assessore regionale alla sanità, Stefania Saccardi, lasciava presupporre l’affluenza dei grandi appuntamenti, ma dei 109 Sindaci invitati solo 8 hanno risposto all’appello e non certamente per lanciare petali di rosa all’Assessore.

Dalla Provincia di Massa Carrara, oltre al Presidente zonale De Pasquale, sono arrivati alla Conferenza dell’Asl Toscana Nord Ovest, Persiani, Baracchini, Bellesi, Folloni e Mastrini: un gruppo sparuto a maggioranza di centro destra: non pervenuti i Sindaci del PD.

“Noi non abbiamo perso la voglia di protestare per scelte che non condividiamo, affermano i rappresentati del centro destra, ma rileviamo il totale scollamento delle politiche regionali dal territorio: il documento operativo aziendale ha contenuti generici, non ci sono riferimenti ai bisogni dell’Ospedale della Lunigiana, articolato sui territori di Fivizzano e Pontremoli . Ci è stato detto che i contenuti saranno inseriti nei prossimi documenti, ma di queste promesse, ormai, siamo stanchi”.

Quello che chiedono i Sindaci, da tempo, è un incontro in Lunigiana con l’Assessore Saccardi: “I problemi ormai sono arcinoti. Li abbiamo comunicati in tutte le forme ai dirigenti, all’Assessore, ai cittadini, ma è chiaro che praticamente non è stato fatto nulla”.

Una mancanza di volontà secondo i Sindaci del centro destra: “Nelle zone periferiche e disagiate, dove la Regione ha voluto, si è investito. Ci viene detto che non ci sono medici disponibili ad operare in Lunigiana: prendiamo atto, ma chiediamo che si faccia come in altre aree, dove si sono assegnate premialità per incentivare la mobilità degli operatori”