Bertolucci presenta Bolli sul Filo a Sarzana: con Fondazione Devlata, a casa

0
42

Sarà presentato domenica 2 dicembre alle 11 alla Fragolissima di via Cisa 127 a Sarzana il libro fotografico Bolli sul filo di Leonello Bertolucci all’interno di un evento con brunch organizzato in collaborazione con Fondazione Devlata.

Il libro racconta la storia di Bolli, “una bella storia, di belle persone”, scrive Bertolucci. “Bolli ha 14 anni e una grande passione per il circo. In particolare stravede per i funamboli, capaci di unire leggerezza, abilità ed eleganza. Marina, sua mamma, gli ha regalato un sogno; attorno a lui ha costruito un circo, un vero circo, con uno splendido chapiteau rosa, con gli spettacoli, col pubblico. E’ il Bolli Circus, dove tutto ruota attorno a lui, e dove la sua sindrome di Down non rappresenta un problema. Le valanghe si autoalimentano e crescono, anche le valanghe di affetti; e così, attorno al Bolli Circus, si è andata aggregando una nuova grande famiglia, fatta di amici, di collaboratori e di artisti circensi provenienti da varie nazioni europee; vengono con i loro numeri e partecipano allo spettacolo, qualcuno poi si trattiene più a lungo per allenare Bolli e farlo progredire nelle sue capacità. Bolli è al centro di tutto e di tutti. Bolli, dolcemente ostinato, simpaticamente spavaldo. Oltre alla sua esibizione sul filo, durante lo spettacolo canta, aiuta gli altri e partecipa a vari numeri”.

“Strada facendo – continua – il Bolli Circus (situato a Sarzana) ha generato anche la Fondazione Devlata, che coinvolge le scuole del territorio, organizza corsi legati alle arti circensi e fa opera di sensibilizzazione. Nell’arco di tempo racchiuso in queste fotografie ho visto Bolli radere la sua prima ‘barba’, l’ho visto affrontare per la prima volta il filo alto, suo obiettivo da sempre, suo incubo, sua sfida personale. L’ho visto acquisire sicurezza e disinvoltura nell’affrontare gli esercizi e il pubblico. Bolli intanto cresce, e al Bolli Circus cresce insieme a lui la sua sicurezza, la sua autostima, la sua consapevolezza corporea e psicologica, la sua visione di una prospettiva ricca di nuovi traguardi da raggiungere, come tutti gli esseri umani costantemente in equilibrio sul filo”. Domenica conosceremo “Bolli sul filo, come tutti, più di tutti”, nella città che è la sua casa.

 

Leonello Bertolucci, nato in Liguria e approdato a Milano negli anni ottanta, ha intrapreso la strada del reportage fotografico lavorando per alcune testate e agenzie in Italia, per poi approdare in realtà internazionali come la parigina Sygma. Le sue foto sono apparse in testate come Time, Newsweek, Stern, Paris-Match, Epoca. Attualmente è fotografo contributor per Getty Images. Consulente in campo editoriale e multimediale è photo editor in redazioni di diverse testate e produce libri e mostre, tra cui “Professione Photo Editor” per Gremese Editore. Docente all’Istituto Italiano di Fotografia, Bottega Immagine, Università di Bologna e Foto Scuola Lecce tiene regolarmente corsi, workshop e letture portfolio su tutto il territorio nazionale.  Di lui hanno scritto riviste come Fotopratica, Il Fotografo, Nuova Fotografia, Photo, Photographia, Techno Photo, Gente di Fotografia. Giocoso partecipa ad edizioni di Pulcinoelefante con fotografie e testi di poeti come Alda Merini, Tonino Guerra, Enzo Sellerio. Per Postcart ha pubblicato poi “55 fotograforismi”. Scrive inoltre, da giornalista, per Il Fotografo e Il Fatto Quotidiano, dove ha un suo blog.