Cristina Grieco inaugura due scuole in Lunigiana: “Una grande festa per edifici più accoglienti e sicuri”

0
221
Grieco nuove scuole lunigiana

Scuole più sicure, belle, sostenibili e rispettose dell’ambiente, scuole con spazi adeguati alla didattica, aperte a tutti come prevede l’articolo 34 della Costituzione, dove si annullano le disuguaglianze e si valorizzano le differenze, scuole per far crescere le persone e le professionalità del futuro. Questi i concetti che l’assessore all’istruzione formazione e lavoro ha espresso oggi nel corso dell’inaugurazione di due edifici scolastici a Bagnone e a Pontremoli in Lunigiana: il nuovo plesso dell’istituto alberghiero Pacinotti a Bagnone e la nuova sede l’istituto Ferri a Pontremoli. Presenti gli alunni, gli insegnanti, il personale Ata, i direttori scolastici del Pacinotti Lucia Baracchini – che è anche sindaco di Pontremoli – e del Ferrari Maria Grazia Ricci.

“È stata una grande festa, che ha riunito tutta la comunità scolastica della Lunigiana, per l’inaugurazione di due edifici scolastici che sono oggi più accoglienti e sicuri, adeguati alle nuove esigenze della didattica e migliori dal punto di vista energetico e della sostenibilità ambientale”. L’assessore Grieco ha sottolineato, ringraziando le autorità scolastiche e le istituzioni coinvolte, l’importanza dei due momenti. “Le nostre scuole hanno bisogno di interventi – ha aggiunto – per troppo tempo c’è stata disattenzione per l’edilizia scolatica. Solo negli ultimi anni, con la legge 104 del 2013 in particolare, la situazione si è sbloccata, c’è stata un’inversione di tendenza e si è ricominciato ad investire, con un piano triennale che ha dato, fra l’altro, la possibilità di costruire i locali bellissimi che oggi siamo qui ad inaugurare. Grazie a quel piano anche per l’annualità 2018 abbiamo a disposizione 95 milioni di euro che ci serviranno per fare ulteriori interventi per cominciare a dare risposta ai problemi più urgenti”.

L’assessore ha concluso distribuendo una copia della Costituzione, invitando i ragazzi a studiare e riflettere sulle parole che il testo dedica alla scuola.