Aulla: tutto pronto per il Premio internazionale di arti letterarie “Thesaurus – La Brunella”

0
607

Una autentica invasione di ospiti di caratura internazionale per una tre giorni a base di cultura.
E’ tutto pronto ad Aulla per il Premio internazionale di arti letterarie “Thesaurus – La Brunella”, in programma venerdì 16, sabato 17 e domenica 18 novembre, che vedrà premi alla carriera assegnati a grandi personaggi della cultura e ospiti internazionali, senza dimenticare chi in questo territorio ci è nato, lo valorizza con il proprio estro e talento e lo porta nel cuore.
Ma, soprattutto, un Premio che vuole restituire la centralità ad Aulla, facendo respirare alla città dominata dalla fortezza della Brunella un’aria nuova, diversa e vivace rispetto a quella stagnante seguita all’alluvione del 25 ottobre 2011.
“Sono veramente contento che questo evento – commenta il sindaco Roberto Valettini – si svolga ad Aulla. Perché la cultura è importante, non solo per coltivare la democrazia, ma anche perché può trasformarsi in un volano per l’economia.
Ringrazio, quindi, il gruppo forte e coeso che si è speso nell’organizzazione di Thesaurus per l’impegno profuso per un Premio dal grande valore nazionale e internazionale.
Un ringraziamento speciale, però, lo voglio riservare alla delegata alla cultura del comune di Aulla, Marina Pratici, che è il motore dell’intero progetto”.
E’ stato un traguardo ambizioso e messo a segno quello di portare il “Festival della letteratura Thesaurus” ad Aulla, per centrare il quale ha impiegato gran parte delle sue energie Marina Pratici, Ambasciatrice della cultura italiana nel mondo, che si è impegnata in un tour in lungo e in largo per l’Italia e l’Europa per presentare l’importante evento culturale.
“Ringrazio le tante persone che, con competenza e passione, si sono e si stanno adoperando per la buona riuscita del festival, che vedrà il coinvolgimento di personaggi noti nel mondo, ma anche di tante eccellenze del nostro territorio.
E poi ci sono le tante persone comuni che mi hanno incoraggiato per questa sfida, quella di riportare ad Aulla la cultura con la C maiuscola, persone che non smetterò mai di ringraziare di cuore” commenta Marina Pratici, la quale svela il programma del festival e le importanti e prestigiose firme che daranno lustro alla città di Aulla il 16, il 17 e il 18 novembre prossimi.
L’appuntamento si aprirà venerdì 16 novembre, alle ore 15, nella sala museale dell’abbazia di San Caprasio, con le inaugurazioni della mostra fotografica “Obiettivi Di_Versi” e di una estemporanea di pittura; seguiranno la presentazione delle opere vincitrici e le relazioni del professor Carmelo Consoli, presidente della Camerata dei poeti di Firenze, su “Il premio letterario Thesaurus come punto di incontro e testimonianza della scrittura poetica contemporanea”, e della professoressa Marzia Margherita Dati, presidente della filiale italiana della Dickens Fellowship, su “La Lunigiana, crocevia internazionale delle arti letterarie”; dopo l’apericena, ci si trasferirà, alle ore 21, nella sala consiliare del palazzo comunale, per la presentazione del libro “Incontri” di Laura Ephrikian, attrice, scrittrice e promotrice di “Laura For Afrika”, la quale si occupa di progetti di studi e sostegno per le popolazioni più povere.
Il festival, quindi, riprenderà sabato 17 novembre, alle ore 10, presso la sala multimediale “Walter Tobagi”, dove Alessandro Quasimodo, attore, regista e operatore culturale, figlio di Salvatore, uno dei più grandi poeti italiani della storia e Premio Nobel per la letteratura nel 1959, darà vita al recital “Operaio di sogni – Quasimodo legge Quasimodo”. All’evento parteciperanno gli studenti del liceo classico statale “Giacomo Leopardi” di Aulla; alle ore 15 l’appuntamento è nuovamente nella sala consiliare del palazzo comunale, con la presentazione di altre opere vincitrici e le relazioni della professoressa Federica Montevecchi, filosofa, lunigianese doc e insegnante a Bologna, su “Perché la filosofia oggi?”, e del professor Hafez Haidar, scrittore e saggista, candidato al Premio Nobel per la pace nel 2017, famoso per essere tra i principali curatori e traduttori in italiano dell’opera poetica di Khalil Gibran, su “L’influenza delle mille e una notte sulla letteratura occidentale”; alle ore 21 cena di gala “Gran galà dell’autore” al Demy Hotel di Aulla.
Il Premio internazionale di arti letterarie “Thesaurus – La Brunella“ si concluderà domenica 18 novembre, giornata che si aprirà, alle ore 10,30, nella sala consiliare del palazzo comunale, con una lectio magistralis intitolata “Poesia: il futuro del passato” a cura di Francesco D’Episcopo, docente universitario emerito a Napoli, critico letterario e Premio per la cultura della Presidenza del consiglio dei ministri”; il festival si chiuderà alle ore 15, presso la sala multimediale “Walter Tobagi, con la cerimonia di premiazione finale, durante la quale sono previsti momenti di spettacolo a cura di realtà associative e artisti locali.
Da sottolineare che il “Festival della letteratura Thesaurus” è organizzato dal Cenacolo Letterario Internazionale AltreVoci di Milano, i cui presidenti di giuria sono Roberto Valettini (avvocato e sindaco di Aulla) e Rodolfo Vettorello (poeta e presidente del Cenacolo Internazionale “AltreVoci”), e si avvale del patrocinio dei comuni di Aulla, Firenze, Matera e Rosolina, e delle Regioni Basilicata, Toscana e Veneto.