Carrara, lavori antenne telefonia mobile Fontia, interrogazione del consigliere regionale Pd Bugliani

0
237
Bugliani

I lavori per il potenziamento delle antenne per la telefonia mobile, da parte dell’azienda EI-Towers Spa nella zona di Santa Lucia, a Fontia (Carrara) sono al centro di un’interrogazione di Giacomo Bugliani, consigliere regionale Pd e presidente commissione Affari istituzionali.

Chiarire la situazione e le procedure in essere rispetto a questi lavori, anche alla luce di quanto previsto dalla legge regionale 49/2011 rispetto alle funzioni previste in capo ai Comuni, soprattutto in termini di adeguata informazione delle popolazioni interessate, verificando che sia stata garantita la massima partecipazione: questi gli obiettivi dell’atto presentato dal consigliere.

“Questi lavori hanno da tempo suscitato preoccupazione nei residenti sia per quanto concerne il rispetto del paesaggio, che per gli eventuali rischi sulla salute. – spiega Bugliani – Nei mesi passati, anche grazie alle segnalazioni provenienti dai cittadini, l’Amministrazione comunale precedente aveva più volte attivato Arpat per misurare il rispetto dei limiti di esposizione, dei valori di attenzione e degli obiettivi di qualità previsti dalla normativa di settore e, nel mese di settembre 2017, aveva stabilito la sospensione dei lavori di costruzione del manufatto a causa del mancato rispetto delle tempistiche rispetto alle autorizzazioni già concesse alla società Ei-Towers. Più in generale, la passata Amministrazione comunale aveva espresso pubblicamente l’intenzione di procedere ad una richiesta di revisione dei vincoli paesaggistici sull’area collinare interessata, all’interno del procedimento del nuovo Piano operativo comunale (Poc), in ottemperanza al Pit (piano di indirizzo territoriale) della Regione Toscana, e quindi di ‘individuare nell’ambito di Santa Lucia un contesto da sottoporre a specifiche misure di salvaguardia paesaggistica e ambientale’. Secondo la legge 49/2011 che disciplina l’installazione di impianti di radiocomunicazione, inoltre, tra le procedure in capo ai Comuni, c’è anche lo svolgimento dei compiti legati all’informazione delle popolazioni interessate. L’obiettivo dell’interrogazione è quello di verificare se la Giunta regionale è a conoscenza della ripresa di questi lavori di potenziamento e se sono state effettuate tutte le procedure necessarie, anche quelle atte a coinvolgere la popolazione in base proprio alla legge 49/2011. Forte è la preoccupazione da parte dei cittadini residenti nell’area, in particolare dell’ Associazione Turistica Pro Loco Fontia, nonché il disappunto rispetto alla possibilità di riqualificare la medesima area con la creazione di spazi pubblici di aggregazione, maggiormente sentiti e auspicati dalla comunità locale”.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.