Aulla, arriva la fibra ultra veloce

0
1238
Fibra aulla

A partire da oggi Open Fiber, società compartecipata al 50% da Enel e Cassa Depositi e Prestiti, comincerà i lavori per realizzare un’infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica.

Il piano prevede un investimento diretto di oltre un milione di euro per la copertura capillare del Comune entro i primi mesi dell’anno prossimo. Le risorse non graveranno sul bilancio cittadino ma sono il frutto di un investimento congiunto di Open Fiber, Regione Toscana e Infratel, società “in house” del Ministero dello Sviluppo Economico.

La fibra sarà in modalità Fiber to the Home (FTTH – fibra fino a casa), in grado di supportare velocità di trasmissione, sia in download che in upload, fino a 1 Gbps (1000 Megabit al secondo), consentendo così il massimo delle performance.

“Ringrazio la Regione Toscana che ci ha permesso di essere qui oggi a inaugurare il progetto condotto da Open Fiber e la ditta stessa. – Ha commentato il sindaco Roberto Valettini – E’ un passo importante per il nostro territorio che ha bisogno di stare al passo con i tempi che sono in continua evoluzione. Questo è stato possibile soprattutto grazie al nostro consigliere Achille Fiorentini che, con la sua professionalità nel campo, ha permesso al nostro Comune di essere il primo in assoluto, insieme a Pontremoli, ad aderire a questa nuova opportunità fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio, andando a offrire un servizio non solo ai cittadini ma anche alle aziende e a tutti coloro che da oggi avranno un motivo in più per investire qui”.

I lavori vedranno la posa di 32 chilometri di fibra ottica di cui 24 saranno realizzati riutilizzando infrastrutture esistenti per limitare il più possibile l’impatto sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità. “Siamo soddisfatti di questi numeri” – spiega Johnatan Cesaretti, field manager di Open Fiber – “per oltre il 75% dei lavori non andremo a scavare e quando lo faremo utilizzeremo modalità innovative e sostenibili a basso impatto ambientale”. La rete sarà data in concessione per 20 anni a Open Fiber, che ne curerà la manutenzione, e rimarrà di proprietà pubblica.

Nel progetto è previsto il cablaggio di scuole, centri sportivi e uffici comunali al fine di migliorare le relazioni con i cittadini e di aumentare la produttività e la competitività delle imprese presenti sul territorio.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Una volta conclusi i lavori, l’utente non dovrà far altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa fino ad oggi impossibile

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.