Lieve terremoto a Pontremoli, paura tra gli studenti del Malaspina che chiedono risposte dal Comune

0
141
Malaspina Pontremoli

Un evento sismico di certo non grave, ma abbastanza forte da essere percepito nelle scuole pontremolesi, soprattutto nel liceo Malaspina: “La scossa di magnitudo 2.8 con epicentro a Pontremoli, registratasi mercoledì 10 ottobre, quantunque non abbia apparentemente prodotto lesioni strutturali al nostro edificio, ha causato in tutti noi studenti insicurezza e paura e ci porta pertanto chiedere chiarimenti e delucidazioni all’Amministrazione comunale”, scrivono gli alunni.

“Negli scorsi mesi è arrivata la comunicazione, da parte degli organi competenti, che l’edificio da che ospita la nostra scuola, non ha i requisiti minimi necessari per resistere alle sollecitazioni sismiche, come, per altro, molti altri edifici scolastici della provincia. Riteniamo che tutti gli edifici pubblici, in particolare le scuole, dovrebbero essere luoghi sicuri, dotati di sistemi antisismici all’avanguardia onde permettere ad insegnanti e studenti una tranquilla e serena attività didattica. In particolare – continuano i ragazzi del Malaspina -, crediamo che il nostro istituto, rappresenti un fiore all’occhiello dell’Istruzione lunigianese, luogo di formazione culturale e sociale, conosciuto ben al di fuori del territorio Pontremolese”.

“Proprio per queste ragioni – concludono gli studenti -, chiediamo all’Amministrazione comunale una maggiore trasparenza e collaborazione, allo scopo di comunicarci le soluzioni che verranno adottate per garantire la sicurezza e la regolarità dell’attività didattiche di quest’anno scolastico e di comunicarci, inoltre, le eventuali soluzioni alternative per la futura sistemazione, la cui scelta auspichiamo venga concordata e condivisa con le preposte autorità scolastiche”.