Iniziativa per la giornata delle bambine da parte del comune di Licciana Nardi

0
52

L’Amministrazione comunale di Licciana Nardi, guidata dal Sindaco Pierluigi Belli, in occasione dell’11ottobre Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze” ha ideato un’iniziativa che ci spiega Michela Carlotti (vice-sindaco con delega alle politiche sociali): “La giornata dell’11 ottobre istituita dall’ONU con risoluzione 66/170 nel 2011, è finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica e soprattutto a promuovere azioni mirate di contrasto alla drammatica emergenza della violenza di genere per l’affermazione e la tutela dei diritti delle donne fin dalla nascita. I dati sono inquietanti: ogni anno 12 milioni di ragazze diventano spose bambine e circa 15 milioni di ragazze adolescenti sono state costrette a vari tipi di violenza sessuale. Così, al di là delle tante parole che si possono sprecare su questo fenomeno, abbiamo inteso offrire la nostra concreta cooperazione, chiedendo formalmente all’Associazione nazionale FIDAPA BPW di poter aderire/approvare “La Nuova Carta della Bambina”.

“Spettabile Associazione nazionale femminile FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) – si legge nella richiesta -, in occasione della Giornata delle bambine e delle ragazze, il Comune di Licciana Nardi intende promuovere concrete politiche a tutela dei diritti delle bambine e delle ragazze. A questo fine, si chiede voler trasmettere copia della “Nuova Carta della Bambina”, per permettere a questo Ente di adottare tutti i necessari e conseguenti provvedimenti”. (a firma congiunta del Sindaco e del Vicesindaco).

La Carta della Bambina, ispirata alla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia del 1989, a differenza ed a integrazione di questa che pone sullo stesso piano i due generi, li distingue in termini di caratteristiche e bisogni, avuto riguardo alle diverse connotazioni fisiche ed emozionali. La versione originale della Carta fu presentata ed approvata a Reykjavik nel 1997 durante il IX Congresso della Federazione Europee della BPW, in seguito all’emergere della questione dell’infanzia femminile durante la Conferenza mondiale di Pechino del 1995.

Dopo circa 20 anni, l’originaria Carta dei diritti della bambina è stata aggiornata, in considerazione delle leggi sopravvenute in tutto il mondo ed è stata approvata all’unanimità dal Meeting delle Presidenti Europee come previsto dalle da linee guida europee, in data 30 Settembre 2016.

Con questa iniziativa concreta, il Comune di Licciana Nardi ha voluto contribuire al rafforzamento delle politiche di tutela nei confronti delle più piccole.