In Lunigiana scure sulla sanità; Marchetti (FI) alla Regione “Azioni concrete per garantire il diritto alla salute dei cittadini della zona”

Interrogazione del Capogruppo di Forza Italia Maurizio Marchetti "Si accolgano le istanze dei sindaci dell’area potenziando personale e servizi"

0
44
Fivizzano ospedale

“Azioni concrete per garantire il diritto alla salute dei cittadini della Lunigiana” e potenziamento di personale e servizi dell’ospedale in accoglimento di quanto suggerito dai sindaci lunigianesi: è quanto chiede alla Regione Toscana il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti attraverso  un’interrogazione che chiama l’organo di governo toscano a rispondere in forma scritta.

“Sulla sanità in Lunigiana – spiega Marchetti – è tempo che la giunta regionale fissi le proprie intenzioni mettendole nero su bianco. Ecco perché ho scelto come atto la forma dell’interrogazione a risposta scritta”. In premessa, il capogruppo regionale di Forza Italia inquadra i termini della questione richiamando il “documento in difesa dell’ospedale” approvato dai “sindaci della Lunigiana”, con “un appello al direttore del Nuovo ospedale apuano” e la richiesta di “urgenti investimenti”, ovvero: “Ristrutturazione e messa a norma delle sale operatorie di Pontremoli”, “arrivo di personale medico, paramedico e infermieristico senza il quale si rischia il collasso dei servizi basilari”, “raddoppio del turno infermieristico e una maggiore rotazione dei medici presso il Pronto Soccorso con i medici in servizio al Noa”, “attivazione, nel reparto di medicina, della guardia attiva 24 ore”, “ristrutturazione di rianimazione, dialisi, camera mortuaria, delle unità operative complesse di rianimazione e ortopedia e della piazzola per l’elisoccorso nelle ore notturne”, “ripristino dell’attiva ambulatoriale di ginecologia nei giorni feriali attiva 12 ore e la possibilità di eseguire all’Ospedale di Pontremoli interventi ginecologici più complessi e la gestione del percorso nascita interamente nella zona Lunigiana”.

Dunque i quesiti, con Marchetti che chiede alla giunta regionale di sapere se ritenga “giusto smantellare un’area periferica e marginale dei servizi ospedalieri necessari alla popolazione per vivere in sicurezza” e “quali azioni voglia intraprendere Regione Toscana per garantire ai cittadini lunigianesi il diritto alla salute”.