Turismo: gli operatori scrivono agli enti locali e al GAL

0
185

L’Associazione Operatori Turistici della Lunigiana scrive ai sindaci, all’Unione dei Comuni, all’Ente Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano e al GAL Lunigiana, per richiedere due incontri urgenti per la condivisione dei progetti da presentare sul Bando per Enti Pubblici del PSR Sottomisura 7.5 ‘sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala’ e per conoscere le azioni dei comuni in seguito all’istituzione dell’Ambito turistico Lunigiana.
“L’Associazione Operatori Turistici della Lunigiana – scrivono in una lettera aperta – ha partecipato alla procedura partecipata di costruzione della Strategia Integrata per le Sviluppo Locale del GAL Lunigiana contribuendo con idee di progetto sugli investimenti pubblici per il turismo. In seguito è stata invitata all’incontro tra GAL ed Enti pubblici di presentazione e discussione preliminare dei progetti da presentare sul bando della citata misura 7.5. In seguito AOTL prende atto di non essere più stata informata né coinvolta nel fitto confronto tra Comuni della Lunigiana sui progetti da presentare al GAL, apprendendo in forma occasionale e parziale dai resoconti sui giornali o voci di corridoio. Consapevole che il bando citato è riservato ai Comuni, i quali hanno la competenza istituzionale sui progetti in questione, AOTL ritiene comunque che l’informazione ed il coinvolgimento preventivo degli operatori turistici privati sia opportuno e politicamente doveroso. Le scelte che i comuni stanno apprestandosi ad adottare avranno infatti ripercussioni sull’economia del territorio, segnatamente nel settore del turismo, dove molti operatori privati lavorano ed hanno investito. Inoltre nel frattempo la Regione Toscana ha istituito gli ambiti turistici per la governance locale previsti dalla Legge quadro sul turismo, individuando l’ambito ‘Lunigiana’. Si tratta di una scelta istituzionale per certi versi ‘storica’ per la Lunigiana che comporta un’impegnativa strutturazione per la gestione adeguata e dinamica della governance locale. Prendiamo atto infine che gli incontri del gruppo di lavoro per l’attuazione dell’accordo provinciale sulla governance turistica integrata nella provincia di Massa-Carrara hanno subito una netta interruzione, risalendo l’ultimo incontro a diversi mesi or sono, precedenti all’istituzione poi dell’ambito ‘Lunigiana’. Tutto ciò premesso, l’Associazione Operatori Turistici della Lunigiana chiede agli Enti in indirizzo la convocazione di due incontri urgenti dedicati a: presentazione e condivisione dei progetti dei Comuni a valere sulla Sottomisura. 7.5 del PSR, informazione e condivisione sugli orientamenti e azioni di governance locale del turismo conseguenti all’istituzione dell’Ambito turistico ‘Lunigiana’ ex legge Quadro sul Turismo in Toscana. In attesa cortese e pronto riscontro, inviamo i più cordiali saluti”.