Mulazzo. Partecipa a Bancarelvino nonostante l’obbligo di dimora: arrestato dai carabineri

0
134

Si era recato con uno dei bus organizzati dal comune di Mulazzo alla 35^ edizione del Bancaerlvino, insieme a tutti i partecipanti alla manifestazione aveva mangiato i tipici piatti lunigianesi e degustato i vini locali. Fin qui nulla di strano se non fosse che il soggetto in questione sia un italiano di 36 anni pluripregiudicato e sottoposto a sorveglianza speciale con l’obbligo di rimanere in casa dalle 20 alle 06 del mattino.
Sua malgrado alla manifestazione erano presenti anche i carabinieri della stazione di Arpiola di Mulazzo che controllavano che la manifestazione si svolgesse in sicurezza. Alla vista dell’uomo lo hanno immediatamente riconosciuto e sono passati all’azione, dopo averlo individuato hanno aspettato il momento propizio per fermarlo in piena sicurezza senza coinvolgere gli altri cittadini che stavano partecipando alla manifestazione. I carabinieri lo hanno seguito mentre saliva sul bus che lo ha riportato in piazza del Municipio dove lo hanno aspettato e, appena sceso, lo hanno arrestato per violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale. L’uomo non ha opposto alcuna resistenza e così è stato trasportato presso le camere di sicurezza della compagnia di Pontremoli, in attesa del rito direttissimo. Il giorno successivo, in seguito alla convalida dell’arresto, per il trentaseienne sono scattati gli arresti domiciliari, che sconterà presso la sua abitazione. L’uomo non è nuovo a simili episodi ed è già stato più volte inadempiente alla prescrizioni dell’autorità giudiziaria, vanta un lungo curriculum di reati e ed è stato responsabile negli ultimi anni di diversi furti e reati contro il patrimonio.
I carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Pontremoli hanno quindi chiesto ed ottenuto l’applicazione della sorveglianza speciale, misura che gli impedisce, tra le altre cose, di uscire nell’arco serale e notturno. Questa volta per lui, dopo diverse trasgressioni, sono appunto scattati gli arresti domiciliari.

Leggi anche:

Week end di controlli per i carabinieri: task force impiegata in tutta la provincia