#EcoBancarella – L’assassinio di Florence Nightingale Shore di Jessica Fellowes (trad. M. Togliani)

0
195
collage fellowes nightingale shore mitford

Cento anni fa a Londra, in Inghilterra, un omicidio su un treno, proprio nell’atmosfera che ha appena finito di circondare il Natale, sconvolge i passeggeri diretti a Warrior Square. Il lungo racconto di Jessica Fellowes parte proprio da qui, da un evento accaduto realmente con personaggi realmente esistiti che si muovono in un intreccio di pura fantasia.

Louisa Cannon sta fuggendo dallo zio che aveva cattive intenzioni su di lei e viene aiutata da Guy Sullivan, un agente della polizia ferroviaria, alto e allampanato. Grazie a lui riesce a raggiungere la casa della famiglia Mitford, dove aveva l’appuntamento per un colloquio di lavoro. È stanca e infreddolita, ma ha bisogno di quel posto come aiuto alla nursery per sostenere la madre malata.

Louisa viene assunta e inizia a conoscere meglio tutti i membri della famiglia, in cui le femmine hanno il sopravvento. Stringe una forte amicizia con la prima delle figlie di casa, Nancy, e con lei andrà, di nascosto ad un ballo dove incontrerà un misterioso ed affascinante Roland Lucknor che sarà di rilevante importanza nella prosecuzione del romanzo.

Nel frattempo l’omicidio dell’infermiera Florence Nightingale Shore nella tratta ferroviaria di Brighton continua a rimanere irrisolto, tanto che la polizia, dopo aver portato a termine le indagini dichiara chiuso il caso. Guy Sullivan però non si arrende e con l’aiuto maldestro di Louisa e Nancy raccoglie tutte le tracce del possibile assassino, rischiando il proprio posto di lavoro.

Ogni personaggio viene descritto da Jessica Fellowes come parte di uno spaccato culturale che analizza bene la società inglese degli anni ’20, in un paese appena uscito dalla guerra in cui la pesantezza di un periodo storico importante come quello dei primo conflitto mondiale ha destabilizzato menti e corpi di ci vi ha partecipato, come soldato o come infermiera (Florence Nightingale Shore).

Se i personaggi sono ben caratterizzati, anche le ambientazioni sono curatissime, un’Inghilterra in cui si viaggia già prevalentemente su rotaia, dalla città al mare.

L’assassinio di Florence Nightingale Shore è il primo di una saga di cui faranno parte i gialli delle sorelle Mitford. Un viaggio che inizia con la più grande, Nancy, alle prese con l’esperienza della crescita, della scoperta e dell’avventura. All’interno ci sono tutti gli ingredienti per un buon esercizio di stile, elaborato con una scrittura fresca e dinamica, che potrà sicuramente farvi compagnia sotto l’ombrellone o in un assolato pomeriggio estivo.