Mare e sostenibilità in mostra a La Spezia

0
311
La Spezia mare
Spezia - Immagine di repertorio

Sostenibilità in materia ambientale, aiuto umanitario, cooperazione internazionale e sviluppo economico legato alla risorsa mare. Sono i pilastri della manifestazione Sea- future, giunta alla sesta edizione, che prosegue fino al sabato presso la Base Navale della Spezia.

Oltre 9mila metri quadrati di esposizione tra edifici storici e bacini della Base Navale, 40 delegazioni straniere, 1.500 incontri bilaterali tra aziende e delegazioni e tra aziende stesse, 28 tra conferen- ze, seminari e workshop dalle tematiche più tecniche a quelle più strategico politiche.

L’obiettivo della manifestazione è quello di mettere al centro dell’attenzione e del dibattito il mare, in tutte le sue accezioni: sia come risorsa vitale per l’economia del Paese, sia e soprattutto come patrimonio da tutelare per le generazioni che lo erediteranno.

Tra le molte iniziative, sabato si terrà una veleggiata nel Parco delle Cinque Terre, progettata all’insegna dell’inclusività: una dimostrazione sul campo di come la tecnologia e la scienza sostengano l’uomo, abbattendo le barriere architettoniche, anche in barca (l’agenda completa su seafuture2018.it).

“Parlare di mare ci fa bene – ha spiegato il Contrammiraglio Gianfranco Annunziata, Vice Capo III Reparto Stato Maggiore della Marina e project officer di Seafuture – perché occorre promuovere la marittimità, concetto non così scontato nonostante la centralità di questo tema per l’Italia. Per fare ciò – continua – è necessario potenziare la diplomazia navale e rafforzare le relazioni internazionali, abbiamo cercato di garantirlo con la presenza di oltre 40 Marine straniere”.

Agli ospiti stranieri verranno mostrati esempi dell’eccellenza tecnologica e manifatturiera dell’industria navale italiana come le navi Euro, Aviere, Driade che condurranno attività dimostrative in mare, mentre la maggior parte delle conferenze della ricca parte congressuale si terranno a bordo della Fremm Fasane e della storica Amerigo Vespucci.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.