Da Padova con amore in bicicletta per arrivare a Pontremoli

0
819
bicicletta pontremoli

L’amore supera ogni distanza, viaggia su due ruote, sui treni, sulle gambe ed è spinto da una forza che abbatte ogni limite ed ogni ragione. E così la voglia di incontrare la propria amata ha spinto un giovane quattordicenne di Padova a correre a perdifiato su tutta la pianura Padana, con l’unico scopo di arrivare a Pontremoli, dove, chissà, lei lo stava aspettando con un bacio già stampato sulle labbra.

Lui ce l’ha messa tutta, si è arrampicato su salite mai incontrate, ha deviato su colline, percorsi mai battuti, con due ruote e la gioia di arrivare finalmente da lei, a Pontremoli. E ce l’aveva quasi fatta se non fosse che la stanchezza, proprio prima di valicare l’Appennino, gli ha giocato davvero un brutto scherzo. Affamato, infreddolito, stanco di correre, il giovane si è fermato a Berceto nella tarda serata di venerdì, in una pizzeria dove è stato subito ospitato dal titolare. Non era un boy scout, come ha tentato di far credere al ristoratore, era solamente un piccolo uomo che sognava già le mani morbide e la freschezza di un cenno d’amore dalla sua Lei, poche miglia più avanti, nella nostra Lunigiana.

Alla fine è bastata qualche telefonata, un viaggio nella notte da parte dei genitori, e il rientro a casa, a Padova, a concludere una giornata che sarà difficile da dimenticare. Perché ci sono esperienze che ti segnano, ti rincorrono anche dopo anni, continuano a vivere in te e darti speranza, come un piccolo sogno di quasi estate, la pianura, l’Appennino e due cuori che hanno battuto all’unisono, dal Veneto sino a Pontremoli.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.