Yacht in fiamme a Portovenere affonda a 25 metri di profondità

0
785
yacht portovenere

Uno yacht di 20 metri è andato a fuoco sabato scorso mentre si trovava al largo della punta di Porto Venere alla Spezia. L’imbarcazione è andata praticamente distrutta e, secondo le prime notizie, l’equipaggio composto da 5 persone è riuscito a mettersi in salvo sul tender.
Una densa colonna di fumo nero e un acre odore di bruciato sono stati percepiti sino a diversi chilometri di distanza.

Lo yacht è affondato, su un fondale di 25 metri. Le operazioni di spegnimento sono durate diverse ore, con le cinque persone dell’equipaggio che si sono messe in salvo sul tender. Ora l’attenzione è tutta puntata sul pericolo inquinamento, per i residui di carburante presenti a bordo: sull’acqua si è formata una leggera iridescenza e sul posto è stato inviato dal ministero dell’ambiente un battello disinquinante. In arrivo da Genova un ulteriore mezzo specializzato, richiesto dalla capitaneria di porto della Spezia che ha coordinato le operazioni sin da ieri mattina. L’area è monitorata inoltre da un elicottero. L’armatore dell’imbarcazione è stato diffidato e dovrà adottare ogni iniziativa per scongiurare conseguenze ambientali. La capitaneria di porto da oggi mette a punto un piano di azione che dovrà essere attuato dal proprietario per la rimozione del relitto e la prevenzione di possibili inquinamenti.

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.