Mangiaborghi: passeggiata enogastronomica nella Valle del Gottero

0
328

Domenica prossima, 24 giugno si svolgerà la prima edizione di “Mangiaborghi”, una passeggiata enogastronomica nel verde della Valle del Torrente Gottero. Ad ogni tappa sarà proposto un momento di ristoro. La partenza è prevista per le ore 9 dal Borgo di Airola, si prosegue per Antessio – con una tappa intermedia per visita al Santuario dove nel XVI secolo apparve la Vergine a Caterina Greppi “già mutola in nativitate”. Da Antessio, una terrazza panoramica sull’intera vallata, si procederà alla volta di Pignona, il borgo dei “luvi” (lupi in dialetto genovese) e della Cipolla Dolce di Pignona, rinomato prodotto locale, che sarà servito nel rinfresco. Ci permettiamo una parentesi sulla questione della cipolla. La Cipolla Dolce di Pignona (Pignona di Sesta Godano, non il Comune di Pignone con cui sovente viene confusa n.d.a.) è una particolare varietà di cipolla, forma ovale, schiacciata ai poli, di sapore dolce, delicato. Attestata per tramite delle testimonianze di alcuni anziani sul territorio dall’800, la sua semenza veniva esportata fino alle aree rivierasche del Tigullio. Anche se in buona parte incidono sulle qualità del prodotto anche altitudine e tipologia del terreno. L’eccellenza locale, inserita nell’Arca del Gusto Slow Food è stata custodita nel tempo ed è oggi coltivata dal alcuni produttori locali. Dal piccolo borgo di Pignona si procede in direzione Parisalla, paese fantasma, dove sarà possibile terminare il pranzo itinerante con dolce e caffé e fare un offerta per il pranzo.

La giornata è organizzata dall’associazione #Desertislocis in collaborazione con il comune di Sesta Godano, Proloco Sesta Godano e Frazioni e alcuni Circoli Anspi delle frazioni di Sesta Godano. Per la difficile reperibilità di alcune produzioni locali è stato fissato dall’organizzazione un tetto massimo di 50 partecipanti. Per partecipare è necessario compilare il form sul sito http://www.desertislocis.com/ . Durante il percorso alcuni alcuni abitanti del luogo racconteranno curiosità tramandate dagli anziani. La volontà è di valorizzare il territorio e promuoverne la conoscenza, attraverso le ricchezze in termini di bellezza, tradizione ed eccellenze enogastronomiche da preservare e valorizzare. Maggiori informazioni alla pagina https://www.facebook.com/DesertisLocisAssociazioneCulturale/