Sicurezza: l’amministrazione comunale di Aulla istalla oltre 30 nuove telecamere

0
398

Un altro obiettivo è stato raggiunto dall’amministrazione comunale di Aulla e questa volta in tema di sicurezza. Infatti, come previsto dal programma elettorale, a brevissimo sarà installato un sistema di videosorveglianza distribuito su tutto il territorio aullese, quindi non solo nella cittadina ma anche nelle frazioni”. Lo fa sapere l’amministrazione in una nota stampa a stretto giro dall’atto vandalico che ha danneggiato il gabbiotto della stazione, scatenando tra l’altro gli sfoghi dei cittadini sui social. “Un progetto innovativo e capillare – prosegue la nota – Un intervento necessario per tutta la comunità affinché si possa in questo modo controllare meglio il comune. Le telecamere installate saranno oltre 30 e la registrazione sarà centralizzata e a disposizione dei Vigili Urbani e delle Forze dell’Ordine che potranno monitorare il territorio. Tutti i dati verranno ovviamente conservati e trattati nel rispetto del regolamento Privacy”.

Ad aggiudicarsi il bando di gara il 9 giugno 2018 la ditta specializzata Bridge 129 di Reggio Emilia che a brevissimo, espletati i tempi burocratici di affidamento, darà il via all’installazione dei dispositivi, stimando il termine dei lavori entro inizio autunno. Il progetto, ricercato e voluto dal sindaco Roberto Valettini e dall’amministrazione comunale, è stato seguito dal consigliere Achille Fiorentini che, insieme agli uffici comunali, ha lavorato per la realizzazione di un intervento organico e ampio che interessi tutto il territorio comunale. Il progetto è stato possibile anche grazie al finanziamento di 20 mila euro previsto dalla Regione Toscana, cifra massima finanziabile all’interno del bando.

“E’ un risultato di cui siamo molto orgogliosi – commenta Fiorentini – che dimostra la bontà del lavoro di squadra di questa amministrazione e di tutti i dipendenti coinvolti. Dobbiamo ringraziare gli uffici tecnici, il geometra Christian Gavazzi, e la dirigente responsabile del progetto Dott.ssa Micheletti, che ha agevolato ogni processo. Anche gli uffici amministrativi sono stati determinanti per poter individuare le risorse pur importanti che il comune metterà in tutto il progetto, poiché oltre al finanziamento ottenuto andremo a impegnare oltre 50 mila euro necessari sia alla realizzazione iniziale della rete di videosorveglianza che alla manutenzione e gestione dei primi 3 anni. Aulla ha bisogno di uno strumento come questo che speriamo di aumentare e sviluppare ulteriormente”.

Leggi anche:

Aulla: reati in calo, ecco il punto sulla sicurezza

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.