Domenica a Regnano la 40esima edizione del canto del maggio drammatico

0
55
compagnia del Monte Cusna

Si apre domenica 10 giugno presso il Campo del Maggio di Regnano, (Casola in Lunigiana) il ricco cartellone di spettacoli dedicati alla valorizzazione e riscoperta del canto del Maggio Drammatico, patrocinato e sostenuto dall’Amministrazione Comunale di Villa Minozzo e delle Compagnie Maggistiche dell’Appennino tosco emiliano: “la tradizione del Maggio”.

Ospite della Compagnia del Guiterno, come ormai di consuetudine, la Compagnia Maggistica Monte Cusna di Asta, che dal 2013 apre la stagione maggistica presso uno dei luoghi simbolo in Lunigiana, ove per molti anni si è rappresentato con impegno e passione, il maggio drammatico.

A partire dalle ore 15:00 verrà messo in scena  il maggio drammatico “Le vele dei Crociati ”dell’autore Luca Sillari.

La vicenda narra la storia di San Francesco d’Assisi, dalle Crociate alla sua conversione offrendo spunti di riflessione e osservazione oggi di grande attualità. Motivi vari e complessi, sia religiosi che materiali, portarono più volte i crociati dell’Europa Occidentale ad invadere il Medio Oriente a partire dal 1096. Ed obbiettivi misti avevano sicuramente i musulmani dal settimo secolo in poi nella loro conquista di vasti territori dell’Asia, dell’Europa e dell’Africa settentrionale. Sia le Crociate cristiane che la jihad islamica mescolavano devozione religiosa e violenza sanguinaria.

Ma quasi a ricordarci che la differenza di fede non è certo l’unico fattore a portare gli uomini ad uccidersi, né nel Medio Evo né in epoca moderna, il maggio di Luca Sillari si apre con una guerra in corso fra la gente di Perugia e quella della vicina Assisi. Inizialmente Francesco accetta “gloria ed onore” come aspirazione legittima, ed entra in guerra contro Perugia con lo stesso ardore ed ingenuità con cui i suoi amici partono per il Medio Oriente.  Dopo essere stato imprigionato e liberato grazie alla ricchezza di suo padre, Francesco comincia a mettere in dubbio i valori sia commerciali che militari della sua cultura. La sua riflessione lo porta ad un nuovo stato di amore incondizionato verso il prossimo, il quale si rivela essere ogni creatura sulla terra. Una visione utopica? Senza dubbio, ma quanto diverso sarebbe il mondo se tutti fossimo veramente d’accordo con Francesco quando proclama che “l’universo è una famiglia”.

Il testo di Luca Sillari, di estrema attualità contenutistica rispetta però tutte le caratteristiche tradizionali del canto del maggio drammatico proponendo una virtuosa sintesi tra innovazione e tradizione di questa antica forma di spettacolo.

La Compagnia Maggistica Monte Cusna di Asta, –  spiega Giordano Zambonini, presidente e regista dell’Associazione Monte Cusna – ha ripreso le rappresentazioni del Maggio nel 1973, ha partecipato a tutte le Rassegne Nazionali del Maggio, promuovendo nel contempo azioni di diffusione e promozione della Tradizione del Maggio drammatico presso scuole e teatri e favorendo al massimo il ricambio generazionale dei propri attori e oggi vanta un gruppo di giovani interpreti che condurranno con la medesima passione il testimone della tradizione.” Siamo lieti di aprire la 40 edizione della Rassegna Nazionale del Maggio Drammatico proprio a Regnano– prosegue Zambonini – ormai collaudato appuntamento nell’attività del nostro gruppo, nella speranza che anche a Regnano possano riprendere in un futuro le rappresentazioni del Maggio drammatico con nuove forze di giovani interpreti del territorio

Lo spettacolo si terrà anche in caso di maltempo nella struttura coperta della Compagnia del Guiterno. Il pubblico potrà altresì approfittare dell’ottima cucina della Compagnia del Guiterno sia a pranzo che a cena e trascorrere l’intera giornata a Regnano.

CONDIVIDI