Tresana-Mulazzo: circa 20 giorni di interruzione del traffico sulla Provinciale Canossa per lavori

Saranno garantiti i trasporti pubblici e di emergenza. Lo rende noto E-Distribuzione, titolare del cantiere per l'interramento della linea elettrica

0
387

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione, comunica che da oggi, mercoledì 16 maggio, per l’esecuzione dei lavori di posa di oltre 2 km di nuova linea elettrica interrata tra i comuni di Tresana e Mulazzo, sarà necessario allestire un cantiere temporaneo con chiusura al traffico per circa 20 giorni di un tratto della Strada Provinciale Canossa dalle ore 8:00 alle 17:00. Sarà garantito il passaggio di autobus di linea e dei mezzi di soccorso.

Per i cittadini non vi saranno ulteriori disagi né interruzioni temporanee del servizio elettrico, che eventualmente potranno avvenire in futuro con apposita comunicazione di preavviso una volta terminato il cantiere per l’entrata in servizio della linea.

Grazie al nuovo cavo sotterraneo migliorerà la qualità del servizio per ampie zone comprese tra i due territori comunali (località Campoli, Lusuolo, Catizzola, Canossa, Terceretoli, Rivazzo, Pieve di Castevoli, Borgo di Castevoli, Popetto) grazie a una migliore qualità del servizio e alla redistribuzione dei carichi elettrici, senza alcun impatto ambientale e con attenzione al decoro urbano. Per E-Distribuzione si tratta di un investimento importante, pari a circa 300 mila euro, che rientra nel “Progetto Resilienza” con cui la società elettrica sta potenziando il sistema elettrico della Lunigiana.

E-distribuzione ringrazia per la collaborazione le amministrazioni comunali di Tresana e Mulazzo, con cui sono stati condivisi tempi e modalità di intervento.

Leggi anche: https://ecodellalunigiana.it/2018/04/24/tresana-una-nuova-cabina-innovativa-sara-istallata-da-e-distribuzione/

Sostieni Eco della Lunigiana

Uno dei nostri obiettivi è garantire un’informazione di qualità online. Con il tuo contributo potremo continuare a mantenere il sito di Eco della Lunigiana libero e accessibile a tutti.