Viaggio nell’Appennino con Marco Fallini e le sue fotografie: l’inaugurazione sabato 5 maggio nelle Stanze del Tribunale a Pontremoli

0
296

Sarà inaugurata sabato 5 maggio alle 17 la mostra di Marco Fallini “Il Bosco Scolpito e il Bosco Fatato dall’Appennino al Grande Fiume”. Promossa da Lunicafoto con il patrocinio del comune di Pontremoli e in collaborazione con UNITRE. Nella mostra vengono proposte 75 fotografie in bianco/nero analogico riprese da Fallini con antiche tecniche negli ultimi 10 anni sull’Appenino Tosco-Emiliano e nella Bassa Parmense. Sabato sarà presentata alla presenza dell’autore, della dottoressa Caterina Rapetti e dell’amministrazione – oltre che di chiunque vorrà partecipare.

La lettura silenziosa delle fotografie di Fallini permette di addentrarsi nelle circostanti bellezze naturali, traendone emozioni e insegnamenti. Hanno scritto dalla Comunità di Lagrimone dell’atmosfera di fiaba, attraente e inquietante, di questi scatti; dell’intensa luce capace di illuminare i particolari; delle magnifiche pose di elementi incontaminati, modellati soltanto da agenti atmosferici. Dei tanti e vari alberi ripresi in grado di esprimere caratteri diversi – d’esseri quasi eterni o, come gli uomini, costitutivamente fragili. Marco Fallini, appassionato esploratore e amante dei nostri boschi, ci invita dunque con queste fotografie ad avvicinarci a essi, ascoltarli, farli (più) nostri. Nato a Parma nel 1943 e iscritto al CAI della sua città dal 1967, si può dire che fotografi e cammini da sempre. Formatosi all’interno di questo ambiente ha percorso, infatti, a piedi e armato di macchina fotografica, le più importanti montagne, con una preferenza mai nascosta per le nostre – “per la bellezza sinuosa dei nostri crinali, laghi e colline”. Da fotoamatore ha saputo cogliere il linguaggio della bellezza appenninica, l’armonia delle architetture di pietra, senza mai trascurare il lavoro e le condizioni di vita di chi l’Appennino lo abita. In 30 anni di ricerca fotografica ha realizzato dunque una vasta testimonianza, che racconta tanto del territorio compreso fra Parma e la Lunigiana. Con numerose pubblicazioni e mostre realizzate o in cantiere, torna per la quarta volta nelle nostre vallate con la forza della “meraviglia naturale” e tanto da svelare. La mostra resterà poi aperta sino al 20 maggio: dal lunedì al venerdì in orario 17-19; il sabato e la domenica in orario 10-12, 17-19.

Per informazioni: [email protected][email protected]