Esploranda e la danza cosmica delle stelle

0
64
esploranda stelle onde gravtazionali stelle

Mercoledì 18 febbraio alle 17, presso il Centro sociale polifunzionale Cento Fiori ad Arpiola (Mulazzo) si terrà l’incontro dal titolo Onde gravitazionali, la danza cosmica delle stelle. L’incontro è promosso da Associazione Esploranda nell’ambito dell’iniziativa I mercoledì della scienza e sarà introdotto da Loredana Capponi, presidente dell’associazione.

La scoperta delle onde gravitazionali il 14 settembre 2015, la cui eco è rimbalzata in ogni angolo del mondo, rappresenta un passo storico. Oggi sappiamo che forti perturbazioni dello spazio-tempo producono effetti rilevabili a distanza di miliardi di anni-luce e si è osservato, per la prima volta, un fenomeno totalmente inaspettato. Esistono nel nostro Universo sistemi binari formati da grandi buchi neri, con masse nell’ordine di trenta masse solari, che possono fondersi in un abbraccio catastrofico dopo avere danzato in maniera forsennata a velocità prossime a quella della luce.

Loredana Capponi farà una breve presentazione di cosa sono le onde, infatti nella vita quotidiana siamo abituati a osservarne di tanti tipi diversi: le onde d’acqua, le onde luminose, le onde acustiche, le onde elettromagnetiche che fanno funzionare telefonini e televisori. Cosa hanno in comune questi fenomeni con le onde gravitazionali teorizzate agli inizi del 1900 da Albert Einsten nella teoria della relatività?

albert einstein teoria della relatività

La teoria prevede che oggetti in movimento producano delle increspature spazio-temporali. Tali increspature si propagano all’infinito, similarmente come le onde elettromagnetiche. Ma queste onde sono molto deboli, non producibili in laboratorio, per osservare distorsioni spaziali così piccole sono stati progettati e costruiti gli interferometri che usano due fasci laser perpendicolari che vengono inviati in su e in giù, in tubi a ultra-vuoto lunghi alcuni chilometri.

Il 14 settembre 2015 è stata rivelata la prima onda gravitazionale prodotta dallo scontro di due buchi neri grandi circa 30-40 volte la massa del Sole. Tale scoperta oltre che a rappresentare il coronamento sperimentale della relatività generale, apre prospettive astrofisiche e cosmologiche esaltanti.

Loredana Capponi insegna fisica e matematica presso Istituto d’Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci”. Ha partecipato al 1° corso di didattica dell’astronomia presso l’ Unione Astrofili Italiani ed a diverse edizioni del Corso residenziale operatori di “Astronomia Viva”.

Con il patrocinio del Comune di Mulazzo, ha ideato, progettato e realizzato Esploranda, laboratorio didattico per la fisica e l’astronomia rivolto a studenti delle classi elementari, medie e superiori e a qualsiasi visitatore, che comprende circa 400 esperienze di fisica e astronomia realizzate con materiale di recupero.

Loredana Capponi esploranda
Loredana Capponi, presidente di Associazione Esploranda

L’incontro si terrà presso il centro sociale Cento Fiori di via della Repubblica 49 ad Arpiola (Mulazzo). All’incontro farà seguito l’assemblea annuale dei soci.

L’Associazione Esploranda per realizzare tutte le iniziative si avvale solo del contributo tessera annuale di 5 euro per gli adulti e 3 euro per minorenni e studenti. Sottoscrivere la tessera è un modo per sostenere Esploranda, tuttavia non è obbligatorio per partecipare agli incontri.

Agli studenti del triennio delle superiori ad ogni incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione che potrà essere utilizzato per il credito formativo. Per informazioni sull’attività di Esploranda chiamare Loredana Capponi 338-8203072 dopo le ore 13.