Fotografia. Cesare Salvadeo. Vite in transito: apre sabato la mostra ispirata dai viaggiatori alla stazione di Spezia

0
370

Sarà inaugurata sabato 17 marzo alle 19 nelle sale della Palazzina delle Arti “Lucio R. Rosaia” di La Spezia, Cesare Salvadeo. Vite in transito, mostra dedicata all’attività del fotografo la cui ricerca si snoda attraverso la fotografia di reportage a sfondo sociale e la street photography, e si colloca nel filone degli omaggi dedicati ai grandi fotografi spezzini dell’800 e dei giorni nostri, dopo quelle dedicate a Sergio Fregoso (2000), Rodolfo Zancolli (2008), Giuseppe Ciavolino (2009), Igo Salvadori (2014), Pietro Tempestini (2016).
Nello specifico, l’esposizione allestita negli sale di via Prione privilegia una serie di scatti scelti con cura, nei quali lo sguardo dell’artista si è focalizzato sulla vita in incessante passaggio negli spazi della stazione della Spezia, che diventa in questi scatti un luogo iconico.
La mostra offre l’occasione poi per porre un particolare accento su un nucleo di immagini in cui Salvadeo si sofferma sulla trasversale e diffusissima tendenza ad alienarsi e perdersi nei display di smartphone e simili dispositivi elettronici.
All’inaugurazione saranno presenti Pierluigi Peracchini, sindaco della Spezia, Paolo Asti, assessore alla Cultura, Valerio Dehò, docente di Estetica presso l’Accademia di Brera e l’Accademia di Belle Arti di Bologna, nonché curatore di numerose mostre in Italia e all’estero e autore di uno dei saggi critici contenuti nel catalogo della mostra.