Fivizzano, Cambiamo Adesso: “Riduzioni su chi elimina le slot sono uno spot politico”

0
69
collage cambiamo slot

I componenti della lista fivizzanese Cambiamo Adesso hanno voluto chiarire la propria posizione riguardo la modifica del Regolamento Tari proposta dal Comune che prevede l’introduzione di uno sconto del 60% sulla bolletta spazzatura per gli esercenti che dismettano i video poker e le slot machine e di una riduzione del 20% per tutti gli esercenti, che pur potendo, non installano gli apparecchi.

“Chiaramente la Lista Civica condivide il concetto di base – scrivono in una nota stampa -, ben conoscendo i danni che le dipendenze da gioco comportano, ma nelle cose bisogna crederci se si vuole ottenere dei risultati”.

“Una riduzione di questo tipo è puramente uno spot politico – tuonano Pinelli, Gia e Domenichelli -, nessuno degli esercenti eliminerà le slot machine , in quanto la riduzione annuale non compensa neppure lontanamente i guadagni mensili dei commercianti”.

Cambiamo Adesso sostiene che questo incentivo doveva essere unito ad ulteriori benefici per rendere più allettante la proposta e ha presentato un emendamento introducendo la stessa percentuale di riduzione del 60% a chi, pur potendo, non ha installato i video poker rinunciando ad incassi importanti e prediligendo un discorso morale e di lotta alla ludopatia.

“Questo effettivamente sarebbe stato un beneficio reale di cui i commerci avrebbero potuto veramente beneficiare e un riconoscimento a chi si impegna a non agevolare questa piaga della società. Naturalmente, come sempre – conclude la lista -, il voto della maggioranza è stato contrario”.