Trapezio performer con The night porter: il passato incontra il presente e si fa arte

0
229
Il portiere di notte / The night porter © Alessandro Trapezio

Dopo The Wall \\ Saluti da Aulla e senza smettere di pensare agli sviluppi del progetto, in sé e in zona, Alessandro Trapezio torna con una mostra che, ancora una volta, testimonia il dialogo continuo tra arte e vita proprio della sua opera. Scelto tra i protagonisti di RAID – Manumission Motel, incursione artistica collettiva in programma venerdì 2 febbraio all’Hotel Caselle di Bologna, Trapezio ha infatti deciso di rivivere un periodo importante della sua vita, facendosi portiere dell’albergo per una notte intera e mettendo così in scena una rievocazione concreta che è sovrapposizione “emozionale e mnemonica”.

Trapezio ricorda bene i due anni e mezzo vissuti, da giovane, come portiere di notte: un mestiere alienante, straniante, fatto di ore calde e di notti infinite in cui “seduzione era solo dormire”. Ora, con costume ad hoc, ha cercato di ripercorrere quella vita fatta di sconosciute compagnie e solitudine, recuperando vecchi ricordi e creandone di nuovi tra momenti “soltanto suoi”, come allora lunghi e profondi, e momenti di condivisione con gli altri. Nei suoi scatti, “sempre complici”, troviamo infatti, assieme al vero portiere, la sua compagna, gli amici artisti, gli organizzatori: alcune delle persone a lui più care che, come le nuove amicizie, lo sono andati a trovare rivivendo con lui, tra vodka flash e chiacchiere, antiche reminiscenze; dandogli modo di trovare ancora, come un tempo, appassionanti storie e frammenti da mitizzare in una notte che ne contiene molte.

Il progetto – Il portiere di notte / The night porter -, dopo accurata selezione, racchiude così tutto ciò che per Trapezio è fondamentale: la sua vita personale, qui intensificata dall’incontro fisico del passato con il presente; l’autoritratto, che si fa testimonianza della stessa creazione; l’attenzione agli oggetti, ripresi come nel suo lavoro quotidiano in still life, ma senza la pulizia che questo gli richiede; e i ritratti alle persone a lui vicine. Così rivive, per mezzo di un albergo antiquato ma resiliente, un periodo importante ma non più recuperabile se non emotivamente. Mentre un’esistenza, intima e individuale, si fa opera d’arte, dando la possibilità a chi la osserva di avvicinarne ogni parte, al contempo immaginando nuova narrazione, narrazioni nuove tra spazi, dettagli, oggetti e fisionomie, che parlano da sé.

L’evento-performance che darà forma al racconto fotografico – poi lì esposto – e vedrà protagonista, tra gli altri, Alessandro Trapezio sarà trasmesso in diretta streaming venerdì 2 febbraio, dalle 10 alle 16, al sito e alla pagina Facebook di Fat Studio. 

Raid Manumission Motel #Raid #manumissionmotel #incursione #artefiera #bologna #artfair #contemporaryart #artecontemporanea #artist #artista #performance #painting #pittura #sculpture #scultura #photography #fotografia #installation #installazione @b4tt4 @geraldinabelliparioph @francesca__pasquali @francescapasqualiarchive @fabriziocotognini @ciceriumberto @milena_becci @elenaforin @la_santissima @arthurwatsoniduff @d.girardi @marsigliastar @gianlu squaglia @giuliocassanelli @alessandro_trapezio @_andrea_barzaghi_ @davidedormino @roccodubbini @ferraresecorinna @biancovalente @silviagiambrone @gianfredaalberto @d.girardi @eva.hide @micaelalattanzio @fra.lauretta @eleonoralima @alemaio82 @fabiomantovanifotografo @fabnaldi @baronneneranodes @laura_pugno @laurarenna_ @lambertoteotino @the_coolest_couple @toxtds @virginiazanetti81 @pietrotravaglinidesigner

Pubblicato da Fat Studio su Lunedì 29 gennaio 2018