Tra i prodotti della stagione, in Lunigiana la zucca diventa torta salata

0
263
carcòdbon 22 novembre

Prima che l’autunno giunga al termine, non potevamo dimenticare uno degli ingredienti tra i più caratteristici di questa stagione. Dai colori caldi, dolce, e spesso dalla consistenza vellutata, must della cucina regionale emiliana e lombarda, impiegata come ripieni di pasta fresca, torte, ma anche per zuppe o deliziosi contorni, oggi, rendiamo protagonista della nostra ricetta la zucca.

Tra le tipologie di zucca tipiche del territorio italiano, troviamo la zucca butternut, detta anche violina liscia, di grandezza variabile ma caratterizzata da una forma a campana, arancione, e dalla polpa un po’ filamentosa, giallo-arancio e adatta a ripieni, al forno e per le zuppe. Un versione più rugosa all’esterno, e meno filamentosa all’interno, dal particolare sapore di nocciola fresca, la butternut lunga. Da qui, ricordiamo la cucuzza longa, tipica del Sud Italia, verde e lunga, cucinata come fosse una zucchina, e tipicamente gustata come zuppa. Infine la zucca delica, più piccola e tonda, dalla buccia verde scuro e striata di arancio e marrone, tipica del mantovano, asciutta e dolcissima, dal color giallo intenso tendente all’arancione, ottima per risotti, contorni, al forno e torte dolci e salate. Sul nostro territorio, sono la prima e l’ultima tipologia, le zucche coltivate, e successivamente, impiegate in ricette a noi tradizionali. E considerata la tipicità delle torte salate lunigianesi, non poteva di certo mancare la versione con la zucca, abbinata spesso a cipolle e patate. Ecco perché per la ricetta di oggi abbiamo scelto la torta di zucca e patate; finché è ancora stagione, preparatene a quintali, noi ve lo consigliamo! E allora, buona appetito!

Ingredienti e preparazione

350 gr di zucca, 350 gr di patate, 100 gr di parmigiano grattugiato, sale, pepe, noce moscata, 1 uovo.

Per la sfoglia: 250 gr farina 00, 1 cucchiaino d’olio, sale, 1 bicchiere d’acqua.

Lessate le patate e la zucca. Una volta tiepide, schiacciate il tutto con una forchetta e aggiungete gli altri ingredienti, mischiando il tutto fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Stendete la sfoglia su una teglia da forno, riponetevi il ripieno e se preferite, ricavatene un altro strato in modo da creare una copertura. Infornate a 210° per circa 20 minuti.

Per accompagnare: lo Chef consiglia un Mea Rosa Cantine Bosoni, rosè ottenuto con uva di vermentino nero, dal profumo e dal sapore delicato ma deciso.