Ad Albiano Magra la fiaccolata per l’ambiente

0
240
la fiaccolata per l'ambiente nel centro di Albiano Magra

Fiaccole e lenzuola bianche i simboli della protesta dei cittadini di Albiano Magra, Caprigliola e Stadano ancora una volta scesi in strada come testimoni delle problematiche sanitario-ambientali collegate alla presenza in Albiano della ditta Costa Mauro deputata allo smaltimento rifiuti. L’azienda si trova a poche centinaia di metri dal centro del paese e gli abitanti della cittadina da anni lamentano odori sgradevoli ed hanno per di più assistito a ben due incendi negli ultimi due anni, incidenti che provocando la combustione dei rifiuti stoccati hanno causato una ricaduta dei materiali bruciati negli orti e negli spazi pubblici.

Una protesta silenziosa quella di venerdì sera, in cui le fiaccole sostenute dagli albianesi hanno voluto rinnovare l’attenzione su questa problematica. Il paese ha organizzato un corteo che alle 21, partendo dal monumento, ha attraversato tutto il centro del paese bloccando il traffico stradale. Negli ultimi anni i cittadini hanno svolto più manifestazioni pacifiche bloccando il traffico e distribuendo volantini con il fine di sensibilizzare ed informare le altre frazioni limitrofe della problematica connessa alla presenza della ditta Costa in questa cittadina del Comune di Aulla. Questa volta però niente volantini, non c’è più necessità di aggiungere alcuna parola, ora ciò che gli albianesi vogliono, sfilando con lenzuola completamente bianche e prive di parole, è che qualcosa, ad oggi venga fatto. Negli scorsi giorni l’attività della ditta è stata sospesa poiché ritenuta potenzialmente pericolosa per la salute pubblica, ma la decisione in merito è rimandata al Tar per il prossimo 5 dicembre.

Ed è in attesa del pronunciamento del Tar che gli albianesi innalzano lenzuola candide come il contenuto della loro richiesta: che la ditta, operi in luoghi adatti ed in conformità delle leggi e regole nel totale rispetto dell’ ambiente in cui si trova. In modo che non solo ad essere tutelato sia il diritto al lavoro ma anche il fondamentale e sacrosanto diritto alla salute.