Aulla: costituito formalmente il Coordinamento di Forza Italia

Coordinatore Sandro Caponi, vice coordinatore Andrea Marchini e segretaria Rossella Tonelli

0
107

Sono Sandro Caponi (coordinatore), Andrea Marchini (vice-coordinatore) e Rossella Tonelli (segretaria) i vertici del nuovo Coordinamento di Forza Italia ad Aulla. Fanno parte del gruppo Juri Gorlandi, coordinatore regionale F.I. giovani, Nicola Biglioli, vice coordinatore provinciale F.I. giovani, Rita Galeazzi, responsabile cultura, Elisa Cinquanta, consigliere e Vincenzo Credendino, anche lui consigliere. La comunicazione formale della creazione del Coordinamento di FI è stata data anche al sindaco Roberto Valettini.
“Il Coordinamento di F.I. – scrivono in una nota stampa – si prefigge di dare visibilità ed indicazioni per la risoluzione dei problemi del nostro territorio denunciati da anni dai cittadini, mai risolti per la persistente latitanza di un programma politico-amministrativo e sociale.
Il Comune di Aulla evidenzia, da tempo, un innegabile degrado per cui il nostro impegno è volto alla rinascita del nostro territorio quale centro culturale e professionale della Lunigiana.
Nello specifico agiremo sui problemi rilevati dalla popolazione:
la Sanità:
la crisi economica colpisce anche la salute ed, in particolare, chi è affetto da malattie croniche per cui devono rinunciare a visite specialistiche ed accertamenti diagnostici. Nelle famiglie a basso reddito è diminuito l’acquisto dei farmaci. La crisi, le liste di attesa, il continuo ridimensionamento dei nostri ospedali, il 118 parcheggiato in un luogo inadeguato senza un punto di Primo Soccorso, l’obbligato ricorso al NOA di Massa con disagi e spese di viaggio penalizza il nostro territorio e tutta la Lunigiana.
l’Ambiente:
nel nostro territorio esistono da anni due centri insalubri : la Cimeco a Pallerone in cui, a seguito della frammentazione delle tegole di eternit dei capannoni , si è liberato nel terreno e nelle acque limitrofe amianto che nel tempo può portare gravissime malattie pleuro-polmonari per cui l’area deve essere al più presto bonificata; la ditta Costa ad Albiano Magra, la quale, solo per i prodotti che tratta e per l’impatto ambientale meriterebbe un costante monitoraggio con ben altra collocazione. Le recenti stime regionali indicano il Comune di Aulla con edifici a più alta concentrazione di amianto
la Viabilità:
deve essere totalmente ridisegnata da un tecnico del settore; indispensabile il rifacimento del manto stradale, la modifica dei parcheggi per i residenti ed il relativo sistema di pagamento, nuovi sensi di marcia, accessi alla città per agevolare la ripresa del Commercio e liberare il centro da un traffico insostenibile.
i Rifiuti:
gli oneri a carico delle famiglie per lo smaltimento dei rifiuti non si abbassano nonostante i cittadini facciano correttamente la differenziazione in pratica lavorano, a loro spese, per l’ Ideal-Service che crea nel servizio di raccolta problemi alle persone anziane, specialmente nei borghi, in quanto le mastelle, devono essere portate nei punti di raccolta, a mano, perché il personale della ditta non è assicurato per quel servizio.
la Sicurezza:
in primis l’illuminazione del centro sia di Aulla che delle frazioni; le telecamere da installare nei punti critici, ma, particolarmente, la presenza costante e rafforzata delle forze di Polizia.
la Cultura:
un paese senza Cultura, spettacoli cinematografici o teatrali, l’assenza di conferenze su vari temi inibisce la crescita intellettuale e lo spirito di osservazione intelligente nel cittadino. Pertanto, è necessario che l’Amministrazione trovi uno stabile adatto a questa esigenza al fine di colmare la carenza di manifestazioni intellettuali.
la Scuola:
una situazione insostenibile che si protrae da anni, costringendo bambini e docenti in container, in attesa delle nuove costruzioni inaugurate di recente solo per la scuola materna e primaria. La nuova ubicazione del Polo Scolastico è comunque discutibile, perché ha bloccato lo sviluppo della città nel suo centro storico. Le scuole potevano usufruire di altri siti con gli stessi criteri antisismici ma vicine a centri sportivi.
Obbiettivo -Lavoro:
punto dolente della nostra Comunità poiché, privilegiando il Commercio, attualmente in crisi, non è stata curata la nascita di piccole e medie Imprese, incentivandole con una detassazione comunale per i primi anni, alternativa necessaria per creare posti di lavoro evitando la migrazione dei nostri giovani fuori Provincia o fuori Regione.
Confidiamo nel cambiamento con l’impegno della popolazione ma – concludono dal Coordinamento di FI – principalmente nella volontà dell’attuale Amministrazione, pur oberata da vincoli legislativi e da oneri economici ereditati”.

Rispondi